challenge-tiktok-e-social-network-pericoli-i-consigli-della-polizia-postale

Si tratta di un fenomeno in continua crescita. Vanno sempre più di moda e spesso nascondono dei pericoli. Non solo vengono organizzate e pubblicate su TikTok e altre piattaforme, ma ci sono veri e propri gruppi che ne inventano sempre di più estreme. Vengono chiamate challenge e sono vere e proprie sfide social. A esserne attratti maggiormente sono bambini e adolescenti. Ecco i consigli della Polizia Postale che tutti dovrebbero leggere. Un monito ai genitori per seguire più da vicino i propri figli.

 

Challenge: un fenomeno pericoloso in continua ascesa

Sta guadagnando sempre più consensi il nuovo fenomeno in continua ascesa delle challenge. Se si tratta di sfide innocue nessun problema, ma quelle che fanno più successo e promettono fama sulle piattaforme social sono davvero pericolose.

Spesso mettono a rischio anche la vita di chi si cimenta in prove di coraggio che sfiorano la fortuna per poterne uscire vivi. Diversi casi sono finiti alle cronache perché purtroppo giovanissimi hanno giocato con la loro vita, perdendola. Ecco perché la Polizia Postale ha deciso di diffondere alcuni consigli in merito alle challenge che tutti i genitori dovrebbero leggere almeno una volta.

 

La Polizia Postale consiglia

Più che consigli sembrano essere veri e propri moniti per i genitori che hanno i figli regolarmente collegati sui social network. Il pericolo che oggi si fa sempre più vivo sono le challenge. Ecco i suggerimenti della Polizia Postale:

  1. prima di tutto è importante stabilire un buon canale comunicativo con i propri figli. Non bisogna aver paura di parlare delle challenge e dei pericoli che si aggirano in rete. Meglio prevenire che curare;
  2. è indispensabile che bambini e adolescenti siano informati nei minimi dettagli sui rischi che corrono partecipando alle challenge. Il fascino per queste sfide può portare a compierle per fare bella figura, ma le conseguenze devono essere messe sul tavolo ai propri figli. Questo perché “per una immaturità delle loro capacità di prevedere le conseguenze di ciò che fanno, potrebbero valutare come innocui comportamenti letali” dichiara la Polizia Postale sulla sua pagina ufficiale;
  3. controllare regolarmente quanto e come i ragazzi utilizzano le app social e navigano nel web. È incredibilmente utile che siano stabiliti limiti di tempo per loro.
  4. più i genitori si dimostrano curiosi al loro mondo, maggiore sarà la fiducia dei figli nel rivelare le loro emozioni;
  5. “se trovate in rete video riguardanti sfide pericolose, se sui social compaiono inviti a partecipare a challenge, se i vostri figli ricevono da coetanei video riguardanti le sfide, segnalateli subito a www.commissariatodips.it”.

In conclusione il mondo social così come il web sono utili e appassionano, ma nascondo numerosi pericoli. Dalle challenge allo Scam, le truffe online, i rischi sono tanti e un modo per combatterli è conoscerli e informare i propri figli.

FONTEPolizia Postale e delle Comunicazioni