TeslaAnche se l’azienda di Elon Musk ha fatto molto successo, di problematiche ce ne sono ancora. Infatti, in Cina c’è stato un calo severo degli ordini, in particolar modo tra maggio e aprile. In più, negli Stati Uniti pare che molti veicoli di Tesla sono stati sottoposti a problemi circa la qualità. Si tratta infatti di problemi riconducibili ad un mal funzionamento delle cinture di sicurezza e alcuni difetti a dadi e bulloni. Tuttavia, la buona notizia è che le auto interessate sono 14 mila, dunque un numero limitato a fronte delle 500mila vendute durante il 2020.

 

Tesla: le problematiche in Cina sono davvero gravi

Naturalmente, a causa di varie problematiche che stanno interessando l’azienda automobilistica Tesla, non sono poche le polemiche concernenti la scarsa qualità dei veicoli. Ma è praticamente inevitabile per un’azienda del genere andare incontro a queste problematiche. Appurato ciò, c’è comunque da dire che Tesla è però sempre nell’occhio del ciclone. In più, c’è anche da dire che il settore è in continua evoluzione, e Tesla ha comunque sempre offerto soluzioni innovative. Dunque, è molto facile per i “nuovi” del settore compiere degli sbagli e poi risolverli.

Ma come detto prima, i problemi di Tesla non sono pochi. Ritornando al discorso delle poche vendite in Cina, pare che Tesla abbia venduto solo 18mila veicoli ad aprile e meno di 10mila a maggio. Questo forte calo sarebbe legato alla scarsa qualità delle vetture, dato che è emerso dalle autorità cinesi. Dunque, andare a dimezzare le vendite in Cina significa danneggiare profondamente la casa automobilistica e rallentarne la crescita.