boeing-complementi-di-arredo-da-vecchi-pezzi-di-aereo

Alla Boeing non manca di certo la fantasia e da oggi arreda anche la tua casa. In puro stile riciclo, il colosso dell’aviazione, ha saputo ricavare da vecchi motori e pezzi di aereo ormai in disuso complementi di arredo. Un’idea davvero interessante per riutilizzare pezzi di storia che altrimenti sarebbero andati persi un giorno o l’altro. Si possono trovare tutti in vendita sul suo e-commerce. Attenzione però, perché sedersi su un seggiolino eiettabile di un F-100 o bere il caffè sullo statore di un 727 ha il suo prezzo!

 

Boeing arreda la tua casa

Ebbene sì, chi lo avrebbe mai detto che un giorno la Boeing sarebbe diventata la tua personale arredatrice di interni. Esattamente, utilizzando vecchi pezzi ricavati da aerei ormai stivati in hangar pronti per la rottamazione.

Così, l’industria aeronautica statunitense, ha deciso di donare nuova vita a tutto ciò che era storico per dare nuova luce e un tocco di stile alle case di chi decide di acquistare i complementi di arredo firmati Boeing.

Sul suo sito ufficiale dedicato, Boeingstore.com, si possono acquistare pezzi davvero originali che renderanno l’abitazione molto chic. C’è un tavolo da caffè realizzato dal motore di un Boeing 737, una poltrona ricavata dal seggiolino eiettabile di un caccia F-100 Super Sabre oppure il quadro strumenti di un F-4 Phantom.

Insomma c’è davvero di tutto e per tutti i gusti, ma non per tutte le tasche. I prezzi rimarcano l’unicità di questi particolari complementi d’arredo e la firma della Boeing ha il suo peso. Tuttavia molti sono in super sconto e, in questi giorni, si possono risparmiare fino a 8mila dollari rispetto al prezzo pieno.

Ad esempio il tavolo da caffè soprammenzionato invece di pagarlo 9.500 dollari, attualmente è scontato a 3.800 dollari. Il seggiolino eiettabile invece, oggi costa 11.699 dollari anziché 19.500 dollari. Un affare diremmo noi!

Al di là di tutto Boeing ci ha proprio stupito. Ha saputo creare un business diversificato recuperando ciò che sanno fare meglio e che non sarebbe mai più stato utilizzato. Al contrario Airbus, creando un’app dedicata, si sta concentrando su un altro obbiettivo. Ridare fiducia ai passeggeri per volare in tempi di Covid-19.

FONTEla Gazzetta dello Sport