10-applicazioni-scaricano-batteria-smartphone

Non tutte le applicazioni sono uguali, questo è ovvio. Ce ne sono alcune che sono eccessive affamate di energia, ma ce ne sono altre che non lo sono. Se non usate con consapevolezza, a metà giornata ci si può ritrovare con una brutta sorpresa, soprattutto se non c’è la possibilità di ricaricare il dispositivo.

Conoscere quindi quali sono le applicazioni più affamate è importante. Grazie ad un’analisi di pCloud è possibile sapere quali sono le 10 app più usate che scaricano più velocemente la batteria dei nostri smartphone. C’è da sottolineare che la lista è più lunga di solo dieci nomi, ma alcuni di questi non sono utilizzate nel nostro paese, come quelle dedicate ai vettori per telecomunicazioni d’oltreoceano.

 

Le 10 applicazioni più affamate di energia

Prima di cominciare bisogna un attimo capire come è stata fatta questa analisi. Sono stati presi tre punti nello specifico ovvero le richieste di accesso delle singole applicazioni, il normale uso della batteria in funzione e se è presente una dark mode. Ecco la lista completa:

  1. FitBit
  2. Skype
  3. Facebook
  4. Airbnb
  5. BIGO Live
  6. Instagram
  7. Tinder
  8. Bumble
  9. Snapchat
  10. WhatsApp

Altre applicazioni che vale la pena citare proprio in virtù dell’alta richiesta di energia sono Zoom, YouTube, Amazon, Telegram e LinkedIn. Per tutte queste la maggior parte dei problemi riguardano tutte le esecuzioni che avvengono in background che portano lo smartphone a un esborso energetico non ignorabile. Fotocamera, posizione, microfono, connessione e la lista continua. Dopo averle utilizzate, chiuderle del tutto è sicuramente il modo migliore per mitigare questo problema non da poco.

FONTEpCloud