samsung-carenza-chip-produzioneSamsung conta di stravolgere seriamente la visione d’insieme del mondo smartphone con l’inclusione di nuovi moduli camera. Le fotocamere che potrebbero equipaggiare i prossimi device del costruttore sudcoreano punteranno ad avvicinarsi di molto all’esperienza di utilizzo di una reflex in piena regola. Ecco quale sarebbe l’idea degli ingegneri.

 

Samsung: smartphone con fotocamere pazzesche dopo l’ultima idea ingegnosa

Mentre propone la sua idea per fronteggiare la carenza di chip il colosso Samsung Electronics introduce il mondo alla risoluzione di un annoso problema inerente lo zoom delle fotocamere. Dilemma che potrebbe verosimilmente risolversi con l’esordio in scena del prossimo Galaxy S22 Ultra per il quale sappiamo ancora ben poco.

Entrando più in profondità nel merito della questione emerge il nocciolo dei problemi nell’alternanza tra l’utilizzo dello zoom lossless e lo zoom lossy che da sempre caratterizza l’esperienza fotografica in ambiente smartphone. Per la risoluzione del problema si prospetta l’utilizzo di una componente che elimini l’utilizzo della componente digitale e del rumore grafico da essa generato.

La soluzione, secondo Samsung, pare si possa far corrispondere all’utilizzo di uno zoom periscopico continuo con obiettivi mobili operanti nel range da 3 a 10X per un livello di dettaglio apprezzabile in ogni condizione di ingrandimento. Un metodo di azione che abbandona la staticità delle lenti per rifarsi all’idea di una tecnologia reflex che ha da sempre corrisposto maggiore qualità agli scatti in ogni condizione.

Come già anticipato potremo forse apprezzare questa caratteristica con il futuro flagship Samsung Galaxy S22 Ultra che, tra le altre cose, dovrebbe integrare un modulo cam anteriore sotto al display e GPU AMD. Se ne parla da tempo ma in merito non vi sono conferme o smentite. Solo il tempo potrà dirci di più al riguardo. Vedremo se la società concretizzerà queste nuove qualità a bordo dei suoi telefoni.