windtreL’AGCOM ha deciso di infliggere una sanzione molto importante a WINDTRE. Si parla di ben 480.000 euro per aver violato l’art. 3 del Regolamento UE n. 2015/2120 e dell’art. 4, comma 1, lettera b della delibera n. 348/18/CONS, andando ad ostacolare la sottoscrizione dell’offerta Absolute in tecnologia FTTH che non va ad includere il modem. In più, l’operatore telefonico non è andata a proporre un’offerta analoga a SuperFibra che non include i costi del terminale. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

WINDTRE: l’operatore sembra non rispettare gli obblighi

Anche se il tutto è stato pubblicato ieri sul sito di AGCOM, i fatti risalgono ad aprile 2020, nel momento in cui le autorità hanno ricevuto parecchie segnalazioni da parte degli utenti e dall’UIC.

Un anno fa, WINDTRE ha proposto due offerte FTTH sottoscrivibili online, ossia Super Fibra con modem incluso e Absolute senza modem incluso. Tuttavia, nonostante diversi utenti provassero a selezionare quella senza modem, usciva questa scritta: “L’offerta WindTre Absolute FTTH è disponibile, per tutti i dettagli e per sottoscrivere il servizio chiama il numero gratuito 800996464“.

Diversi operatori, dopo aver prontamente contattato il numero verde, hanno detto che gli utenti avrebbero dovuto obbligatoriamente attivare l’offerta con il modem. Quindi, l’autorità competente ha dichiarato che WINDTRE ha “limitato l’esercizio del diritto degli utenti finali di utilizzare apparecchiature terminali di loro scelta per l’accesso a Internet non garantendo l’effettiva fruibilità dell’offerta Absolute in tecnologia FTTH e non formulando, per ciascuna delle edizioni on line dell’offerta Super Fibra, comprensiva del modem, un’offerta corrispondente senza apparecchiatura terminale che non ne includa i relativi costi“.