Luna

Un’incredibile scoperta rivoluzionerà i viaggi verso il satellite naturale della Terra. Sembra essere molto vicino il momento in cui l’uomo potrà abitare la Luna. A raggiungere questo importante obbiettivo stati gli esperimenti condotti presso il Politecnico di Milano con OHB Italia. Un progetto firmato ESA insieme all’Agenzia Spaziale Italiana. Ecco tutti i dettagli.

 

Presto non solo si potrà raggiungere la Luna senza problemi, ma anche viverci

Grazie ai risultati ottenuti da questo esperimento presto non solo si potrà raggiungere la Luna senza più problemi, ma sarà possibile anche viverci. Come è stato definito da AGI (Agenzia Italiana) questo è un “programma a lungo termine di colonizzazione umana della Luna”.

L’obbiettivo è quello di poter sfruttare durante le missioni tutte le risorse utilizzabili che la Luna mette a disposizione. Così ha descritto quanto scoperto Michèle Lavagna, capo del gruppo di ricerca: “Il risultato ottenuto dal Politecnico di Milano e da OHB Italia apre nuove stimolanti prospettive nell’ambito dell’esplorazione lunare e di una presenza umana permanente e sostenibile. Si tratta di un processo che presenta elementi innovativi di matrice squisitamente italiana che pone il nostro Paese in una posizione di rilevanza internazionale nello scenario delle prossime attività di esplorazione umana extra-terrestre“.

Ma di cosa si tratta? E perché quanto raggiunto è così importante per l’esplorazione umana sulla Luna?

 

Un processo permette di produrre acqua grazie alle risorse presenti sul satellite della Terra

I ricercatori hanno realizzato un impianto in grado di produrre acqua e quindi anche ossigeno e idrogeno direttamente dalla sabbia di questo satellite naturale. Ciò vuol dire che non sarà più necessario portare con sé, durante le missioni sulla Luna, ciò che serve alla sopravvivenza dell’uomo.

In pratica tramite un processo chimico i ricercatori hanno prodotto dalla sabbia, simile a quella dalla Luna, acqua e ossigeno. La cosa ancora più interessante è che questo procedimento potrà essere eseguito direttamente sul suolo lunare. Un’innovazione che rivoluzionerà il modo di progettare e realizzare le missioni.

Intanto però tutto è in stand-by, l’accordo NASA e Elon Musk per la Luna sembra essere in bilico. A mettere il bastone tra le ruote è stato Bezos.

 

VIAVia