WhatsApp perde diversi utenti a causa di un problema molto grave

Le conversazioni di WhatsApp talvolta espongono ad una serie di insidie per la propria sicurezza. Con la sovraesposizione della chat alle catene e ai gruppi fastidiosi, proprio su WhatsApp in alcune occasioni è possibile imbattersi in truffe spiacevoli.

Una delle truffe più pericolose del momento è quella relativa ai codici coupon per i marchi più popolari in Italia nel campo dell’abbigliamento e dell’hi-tech. Dietro i messaggi che promuovono codici coupon si nascondono talvolta degli inganni da evitare.

 

WhatsApp, perché evitare tutti i messaggi con i finti buoni sconto

Su WhatsApp, molti malintenzionati utilizzando i marchi più popolari in Italia promuovono finti sconti. Tanti utenti proprio attraverso la piattaforma di messaggistica istantanea ricevono offerte con buoni omaggio dal valore di 250 euro per Zara, H&M, MediaWorld, Euronics, Expert.Ovviamente nessun buono omaggio viene condiviso attraverso WhatsApp, ma il tutto si risolve in un tentativo di truffa a danno dei lettori.

L’invio dei messaggi con finti buoni omaggio è finalizzato per la compilazione di un form da parte dei lettori. La compilazione di questi form prevede la condivisione in automatico di dati e informazioni riservate degli utenti: in questo modo i cybercriminali della rete riescono ad ottenere materiali da utilizzare per scopo commerciale. Proprio questi dati, infatti, ricevuti con l’inganno dei codici sconto saranno rivenduti a call center o compagnie affini.

Occhi anche al credito residuo. In alcune occasioni, i truffatori sempre previa compilazione del form in allegato ai messaggi WhatsApp, riescono ad attivare in automatico servizi a pagamento sui profili tariffari TIM, Vodafone e WindTre.