3G addio: spenti i primi ripetitori della celebre rete, ecco cosa succederà

Oggi si discute molto in merito alle tante frequenze disponibili per quanto concerne la rete degli smartphone, i quali sono ormai connessi in pianta stabile al web. Una delle connessioni storiche che tra l’altro ha aperto il mondo della connessione veloce, è il 3G, standard che sta per vedere la fine di un percorso lungo ed entusiasmante.

Nonostante si discuta in pianta stabile del 5G, dei danni che può comportare e di molto altro, i riflettori sono ancora una volta puntati sulla vecchia rete di terza generazione. A quanto pare infatti Vodafone avrebbe vestito il ruolo di apripista per quanto riguarda proprio la dismissione del servizio 3G. Tale soluzione sarebbe stata adottata solo nei comuni in cui risultava la copertura 4G attiva, in modo da non lasciare problematiche in corso. Nei comuni che restano ancora coperti dal vecchio standard stanno proseguendo delle verifiche al fine di capire quando sarà possibile disattivare la rete.

 

3G pronto a sparire: ecco cosa succederà quando sarà dismessa completamente la rete di terza generazione

Tutti gli utenti che stanno leggendo quest’articolo, così come tanti altri pezzi che hanno parlato della situazione 3G, si chiedono cosa succederà quando scomparirà definitivamente il vecchio standard di rete.

In realtà non ci saranno modifiche di nessun genere per quanto riguarda le abitudini durante l’utilizzo di uno smartphone. Ci saranno altresì dei benefici molto importanti come ad esempio il risparmio energetico che sarà quantificabile in 100 GWh già durante il 2021. Il tutto grazie all’efficienza del 4G che sarà presto implementato dal 5G in misura più ampia.