Postepay e il nodo phishing: la truffa che entra nel conto svuotandolo

Provare a proteggersi in ogni modo potrebbe risultare vano nel momento in cui la truffa in arrivo risulti abbastanza convincente. Lo scopo dei malviventi è infatti proprio questo: creare dei messaggi che siano praticamente uguali a quelli inviati dalle filiali.

Chiaramente anche l’attività dei truffatori risulta regolata da diversi fattori, come ad esempio la probabilità di riuscita della truffa stessa. Proprio per tale ragione i balordi attaccano maggiormente le Postepay e i loro utenti, i quali sono nettamente di più rispetto ai titolari di altre tipologie di conti in Italia. Tutti i tentativi di phishing infatti arrivano con lo scopo di riuscire a ricavare le credenziali di accesso ai conti correnti. Questi potrebbero essere dunque svuotati ad insaputa dei proprietari, i quali crederanno al messaggio come se arrivasse proprio da Poste Italiane. Sappiate innanzitutto che le filiali inviano messaggi con una struttura ben precisa.

 

Postepay: da diversi giorni gira tramite e-mail e nelle chat un messaggio fishin molto convincente

Gentile utente

Con la presente email, ti informiamo che la tua utenza e le funzioni del tuo conto Intesa sono state temporaneamente disabilitate. Abbiamo applicato queste restrizioni sul tuo conto perchè hai raggiunto una soglia di attività che richiede la verifica obbligatoria di alcune delle tue informazioni

Non potrai più prelevare denaro o effettuare pagamenti con la tua carta se non procedi con l’aggiornamento del tuo profilo Online Banking.

Puoi effettuare l’aggiornamento del tuo profilo sul nostro sito, cliccando sul link seguente:

LINK: AREA CLIENTI POSTEPAY

Ti ringraziamo per la tua collaborazione!

Assistenza Clienti Postepay