WhatsApp: in questo modo riescono a spiarvi all'interno della chat gratis

Ancora in queste settimane, le fake news su WhatsApp sono all’ordine del giorno. Il problema è amplificato di più in questa delicate fase storica del nostro Paese, con la campagna vaccinale in corso. Proprio attraverso la piattaforma di messaggistica, infatti, si stanno propagando una serie di finte informazioni legate proprio alla vaccinazione.

 

WhatsApp, occhio ai finti messaggi sui vaccini

Una parte delle fake news di WhatsApp legate ai vaccini riguardano possibili finte prenotazioni per l’accesso alla medesima campagna vaccinale. Tanti malintenzionati della rete, fingendosi dipendenti del servizio sanitario regionale e nazionale, invitano gli utenti a compilare form utili a prenotare il vaccino contro il Covid.

Ovviamente la compilazione del form non comporta alcun accesso alla campagna vaccinale. C’è da sottolineare infatti che, allo stato attuale, nessuna regione comunica con i suoi cittadini tramite WhatsApp su un tema delicato come questo. I canali ufficiali per la prenotazione dei vaccini sono esclusivamente le diverse piattaforme web che i diversi sistemi regionali hanno messo a disposizione del pubblico.

Attraverso questi messaggi subdoli su WhatsApp, i cybercriminali hanno un unico obiettivo: entrare in possesso di informazioni personali dei lettori, informazioni che saranno poi rinvenute per motivi squisitamente commerciali.

Ancora una volta quindi invitiamo tutti a osservare particolare attenzione per i messaggi in circolazione durante queste settimane su WhatsApp. Uno scrupolo maggior è necessario per tutti quei messaggi inoltrati attraverso gli oramai famosi strumenti dei gruppi e delle catene. In caso di dubbi, è consigliabile mettersi in contatto con li organi sanitari ufficiali della propria regione.