NVIDIA

Gamer del mondo unitevi e ringraziate NVIDIA per la sua nuova GPU. Quando sarà pronta la nuovissima GPU GA102-22*-A1 tutti i gamer saranno protetti dai miner. Una soluzione necessaria dovuta alla continua richiesta di schede video da parte di chi fa mining di criptovalute. Il problema sta nel fatto che queste ultime non solo non risultano più disponibili perché i miner le acquistano in stock, ma in vendita al prezzo consigliato non ce n’è più nemmeno una.

NVIDIA però si è stancata e ha creato una GPU incompatibile alle operazioni di mining. In questo modo un gamer medio potrà tornare ad acquistare le nuove schede video a prezzi corretti e soprattutto trovandole disponibili sul mercato. Addio bagarini!

 

NVIDIA realizza la nuova GPU GA102-22*-A1 anti miner

Chi l’avrebbe mai detto che i gamer all’alba del 2021 avrebbero avuto bisogno di una soluzione di NVIDIA per poter tornare ad acquistare schede video. Non solo perché introvabili, ma anche per i prezzi esorbitanti alzati dai cosiddetti bagarini e dalla costante richiesta di chi fa mining.

Ora la pacchia è finita e NVIDIA ha realizzato la GPU GA102-22*-A1. Questa, secondo fonti ufficiali già in fase di produzione, sarà incompatibile con tutti gli attuali driver. Ma quali saranno le schede video sulle quali potrà essere montata questa nuova GPU? Ecco l’elenco delle NVIDIA GeForce RTX compatibili:

  • 3090 – GA102-300-A1 > GA102-302-A1;
  • 3080 – GA-102-200-A1 > GA-102-202-A1;
  • 3070 – GA104-300-A1 > GA-104-302-A1;
  • 3060 Ti – GA104-200-A1 > GA104-202-A1;
  • 3060 – GA106-300-A1 > GA106-302-A1.

Infine, non ultima per importanza, ma perché in arrivo a breve, la tanto attesa NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti.

 

Con la nuova GPU le schede video saranno impenetrabili da ogni tentativo dei miner

NVIDIA ha pensato a tutto ipotizzando anche che qualche miner potrebbe cercare di eludere questo limite imposto. In pratica qualora anche tentassero di installare il vecchio firmware sulle nuove schede grafiche addirittura l’intero PC diventerebbe inutilizzabile. Infatti una schermata nera oscurerebbe tutto.

Scelta completamente diversa rispetto invece a quella di MSI con il notebook gaming dichiarato dalla stessa azienda compatibile per minare criptovalute. Guerra fredda quindi tra gamer, Bitcoin, Ethereum e le altre criptovalute e NVIDIA si è già capito da che parte sta.

VIAVia