apple-imessage-modifica-messaggiApple potrebbe creare una versione di iMessage compatibile anche con i dispositivi Android, ma ha scelto di non farlo già nel lontano 2013. La vicenda è emersa nuovamente in tribunale, durante la diatriba con Epic Games.

Google può fare ben poco a riguardo, non può improvvisamente copiare l’app di un’altra azienda pur di fornire un servizio completo ai suoi utenti Android. L’unica azienda che può fare la differenza è proprio l’Apple. Può sembrare una banalità, ma rendere iMessage disponibile per chiunque sarebbe un vantaggio su più fronti per le altre aziende. Ci sarebbe una compatibilità a 360 gradi tra iOS e Android.

Tuttavia, l’idea di ampliare la compatibilità di iMessage è impensabile per Craig Federighi, Senior Vice President of Software Engineering di Apple e dirigente responsabile di iOS. “iMessage su Android servirebbe semplicemente a rimuovere un ostacolo alle famiglie in cui si hanno sia iPhone sia smartphone Android”. Federighi l’ha anche definita “un’idea orribile che faciliterebbe l’abbandono delle nostre piattaforme”. La mancanza di iMessage su Android è molto sentita dai consumatori soprattutto negli Stati Uniti. Quasi il 50% degli utenti possiede un iPhone. In altri Paesi, come in Italia ad esempio, la disparità è meno netta.

iMessage per Android: la concorrenza pretende l’app a gran voce ma Apple spiega perché non accadrà mai

iMessage funziona meglio delle app di messaggistica predefinite per Android, per funzionalità e qualità di quest’ultime. Google ha tentato di puntare su RCS (Rich Communication Services), il successore degli SMS che consentirebbero di avere le stesse funzioni di iMessage. L’azienda è stata ostacolata dalle decisioni delle grandi compagnie telefoniche. Anche servizi di messaggistica come WhatsApp e Signal vengono utilizzati meno negli Stati Uniti rispetto ad iMessage. In Italia WhatsApp è tra le più utilizzate, quindi il problema si presenta in forma diversa, ma presto potrebbe succederci quel che sta succedendo in America.

La disparità in Paesi come gli USA è così palese che persino i dipendenti di Apple l’hanno notato. “Nel 2016, un ex dipendente Apple ha dichiarato che il motivo più difficile per lasciare l’universo Apple è proprio iMessage. Rappresenta un serio blocco per l’ecosistema”. Quindi, per la concorrenza lanciare iMessage per Android annullerebbe le disparità e impedirebbe ad Apple di avere un monopolio sottile ma presente in questo campo.

Apple ha rimosso Fortnite da iPhone e iPad poiché Epic Games ha tentato di implementare una soluzione alternativa per acquistare articoli in-app senza utilizzare l’App Store di Apple, aggirando così il taglio del 30% su tutti gli acquisti. Epic Games e altri sviluppatori di terze parti, tra cui Spotify e Protonmail, ritengono che Apple abbia “quasi il controllo totale sull’ecosistema mobile e sulle app che i consumatori possono utilizzare senza supervisione, regolamentazione o concorrenza leale”. Per la concorrenza, iMessage è a suo modo un ennesima prova di questa tesi.