Stretch

Nei magazzini di tutto il mondo potrebbe arrivare un nuovo assunto molto efficiente, un “movimentatore di scatole”. È Stretch, l’innovativo robot magazziniere sviluppato dalla Boston Dynamics che, nel 2022, inizierà ad essere venduto in tutto il mondo.

Stretch è letteralmente un “movimentatore di scatole”, un robot multiuso poiché sebbene la sua funzione principale sia quella di spostare le scatole, L’androide può farlo sia presso lo scarico del camion sia per la composizione di un ordine. La base del robot è omnidirezionale e gli consente di spostarsi tra le banchine di carico, percorrere le corsie di magazzino ma può anche sostare nel vano di un camion per provvedere allo scarico delle scatole. Nel video che segue potete osservare Stretch in azione tra le corsie di un magazzino.

La Boston Dynamics ha affermato che Stretch usa il proprio braccio meccanico per compiere le operazioni di carico e scarico. Si tratta di un sistema leggero che utilizza una “mano” dotata di sensori che sono in grado di gestire una grande varietà di casse. Per capire cosa deve fare e come deve muoversi, il robot magazziniere fa uso di una tecnologia di computer vision che gli consente di identificare le scatole. Un’altra novità assoluta è quella che Stretch è davvero molto abile nell’inserirsi in ambienti lavorativi che non prevedono il ricorso all’automazione. Dunque, è possibile far lavorare l’androide anche all’interno degli spazi e delle operazioni di magazzino esistenti, contribuendo così a ridurre il costo dell’investimento necessario per automatizzare alcuni processi.

Stretch è davvero una rivoluzione e, tra meno di un anno, potrebbe iniziare a gironzolare tra le corsie dei magazzini. Nel frattempo, però, la Boston Dynamics è alla ricerca di clienti che vogliano iniziare a testarlo nei compiti di scarico dei camion prima della sua definitiva messa in commercio.

FONTEBoston Dynamics