Il colosso di Cupertino Apple ha da pochi giorni spento le sue 45 candeline, era il 1° aprile 1976 quando Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Waine fondarono l’azienda destinata a diventare un’icona mondiale.

La motivazione dei tre uomini era tanta, ma mai si sarebbero aspettati di riscuotere un enorme successo nel giro di pochi anni. Da quel momento, non si è più fermata.

 

Apple ha appena compiuto 45 anni

Il primo prodotto a debuttare sul mercato fu l’iconico Apple I, un computer che a quei tempi era considerato avanguardia pura. Nel giro di poco tempo, la casa di Cupertino ha saputo farsi riconoscere per le sue invenzioni innovative e, molto spesso, rivoluzionarie. Mac, iPhone, iPad, Apple Watch e così via. In 45 anni, l’azienda ha creato un ecosistema da far invidia a qualsiasi altra azienda tecnologica.

Come tutte le aziende, anche Apple ha avuto alti e bassi. Poche, però, possono dire di aver cambiato il mercato come ha fatto lei. Basta pensare al lancio del primo iPhone. Negli ultimi anni, Cupertino ha sfornato prodotti che sono diventati degli indispensabili alleati nella vita quotidiana di milioni di utenti: iPad, Apple Watch, AirPods e così via.

A 45 anni suonati, l’azienda si sente più giovane che mai. L’attuale CEO, Tim Cook, sta facendo il suo meglio per continuare a far splendere l’azienda. Tante novità interessanti sono attese nel futuro di Apple. Da prodotti mai visti prima d’ora nel catalogo come visori, auto elettriche e molto altro, a forti impegni dal punto di vista della sostenibilità. Ciò che è certo è che, in qualsiasi cosa, Apple continuerà a distinguersi per il suo singolare modo di operare.