4g

La rete 4G è attualmente lo standard di connessione dati maggiormente presente in tutto il mondo, la rete infatti, ha pian piano sostituito il 3G dal momento che quest ultimo non era più grado di soddisfare la richiesta in termini di prestazioni dettata dall’utenza media, relegandolo al ruolo di tappabuchi nelle zone scoperte.

In questi anni però, vedremo nuovamente un passaggio del testimone nella staffetta delle connessioni dati, l’espansione costante del 5G infatti, sta facendo lo stesso effetto che il 4G ha fatto sul 3G, non a caso la rete di quarta generazione presto rimpiazzerà il 3G nel ruolo di tappabuchi.

Un’ottima notizia, dal momento che la rete 4G presenta una falla fin dalla sua creazione che gli sviluppatori non ancora hanno risolto, vediamo in cosa consiste.

Man in the middle

blank

La falla in questione è paragonabile al classico attacco Man in the Middle, esso consiste nell’intrusione, tra l’host che richiede la rete e il provider, di un terzo che finge di essere il provider simulando una connessione 4G a cui l’utente ovviamente si connetterà.

Questo stratagemma sostanzialmente, permette all’hacker di prendere sotto controllo i dati in ingresso e in uscita dell’utente, potendolo poi indirizzare verso fonti sotto controllo dall’hacker per riuscire a carpirne tutti i dati, una strategia complessa ma al tempo stesso geniale.

Ecco dunque perchè il passaggio al 5G deve procedere quanto più rapidamente possibile, dal momento che la nuova infrastruttura di rete è decisamente più sicura e non presenta falle di questo genere, difficili da sfruttare ma comunque pericolose.