La medicina continua a fare passi da gigante, soprattutto grazie al connubio con la tecnologia. Di recente è stato brevettato un biocerotto che consente la saturazione delle ferite interne.

Una novità davvero interessante e curiosa. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul biocerotto.

 

Brevettato il cerotto intelligente per curare le ferite interne

Il biocerotto è stato realizzato dai ricercatori del MIT, Massachusetts Institute of Technology ed è completamente esente da controindicazioni.

E vi ricordiamo di come debba essere posizionato tramite sofisticate procedure di chirurgia mininvasiva robotizzata. Un aspetto importantissimo.

Il robot chirurgo va a posizionare il cerotto in maniera precisa, evitando di suturare le lacerazioni interne dei tessuti. Ma qual è l’elemento distintivo di questo cerotto rispetto agli altri in circolazione?

Senza dubbio la sua composizione, perché il biocerotto è composto da tre strati di materiale, ovvero un rivestimento in silicone, un adesivo a base di idrogel e una guaina sintetica che lo protegge dalle infezioni batteriche.

Il cerotto intelligente diventa quindi sicuro e senza eguali. Testimonianza del fatto che la medicina continua a fare passi da gigante. Il biocerotto , infatti, evita l’infezione e mantiene intatta la sua capacità adesiva.