biocerotto

Per suturare una ferita interna si utilizzano dei punti che vengono applicati proprio sulla ferita in modo che essa guarisca. Successivamente, i punti cadranno e la ferità guarirà. Da oggi, però, la suturazione delle ferite interne sarà la protagonista di un cambiamento epocale poiché un biocerotto potrà garantire la suturazione di ferite interne in maniera estremamente efficace.

A mettere a punto questo biocerotto, o cerotto intelligente, sono stati alcuni ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT). Si tratta di un cerotto davvero rivoluzionario che può essere inserito tranquillamente all’interno del corpo umano poiché non da alcun problema. L’unico accorgimento? Il biocerotto deve essere inserito all’interno dell’individuo mediante sofisticate procedure di chirurgia mininvasiva robotizzata.

Ciò vuol dire che un robot chirurgo posizionerà il cerotto al fine di suturare le lacerazioni interne dei tessuti, in maniera molto più sicura e precisa di quanto sia possibile fare oggi. Diciamo, però che questo biocerotto non è una novità assoluta poiché ne sono stati sviluppati degli altri in questi ultimi anni. La cosa che differenzia questo cerotto intelligente sviluppato al MIT dagli altri è il fatto che esso è completamente esente da controindicazioni. Ciò a causa della sua composizione. Infatti, questo biocerotto è formato da 3 strati di materiale: un adesivo a base di idrogel, un rivestimento di silicone, che impedisce al cerotto di attaccarsi nel posto sbagliato e, infine, una guaina sintetica che lo protegge dalle infezioni batteriche.

Il tutto fornisce un biocerotto assolutamente sicuro ed affidabile che non si infetta e che non perde la sua capacità adesiva. Un’altra sostanziale differenza rispetto ai precedenti e che questo è un dispositivo che deve essere applicato per mano di un robot chirurgo che lo posizionerà con una precisione senza eguali.

FONTEMassachusetts Institute of Technology (MIT)