blank

Lo ZTE Axon 20 5G è stato il primo grande smartphone con una fotocamera frontale sotto il display, che consente un’esperienza a schermo intero senza tacca, ritaglio punch-out o fotocamera pop-up. Purtroppo, le impressioni della fotocamera selfie erano che fosse molto indietro rispetto alle fotocamere frontali convenzionali.

Il marchio cinese ha svelato la sua tecnologia di fotocamera selfie sotto schermo di seconda generazione alla conferenza MWC Shanghai 2021.

L’account Weibo di ZTE rileva che ha aumentato la densità di pixel dell’area dello schermo sulla fotocamera selfie da 200 a 400 dpi. L’area sopra la fotocamera selfie e il resto dell’area dello schermo sono ora “più coerenti”. Il produttore mira a ridurre la sfocatura vista nell’area dello schermo sopra la fotocamera anteriore dell’Axon 20 5G.

Sfortunatamente, ZTE non ha rivelato cosa porterà la nuova tecnologia della fotocamera per selfie sotto lo schermo di seconda generazione in termini di miglioramenti della qualità dell’immagine. Una delle sfide delle fotocamere sotto lo schermo è che la luce deve penetrare attraverso le piccole fessure dello schermo per raggiungere la fotocamera. La soluzione di ZTE per la prima generazione era quella di ridurre la risoluzione / densità di pixel per far entrare più luce.

Questa non è stata l’unica tecnologia che ZTE ha presentato alla conferenza, poiché ha anche annunciato il primo scanner a luce strutturata 3D al mondo sotto il display. La tecnologia della luce strutturata 3D viene utilizzata per lo sblocco facciale 3D (come gli iPhone), e infatti ZTE osserva che la sua soluzione sotto lo schermo può essere utilizzata per il riconoscimento facciale 3D. Prevede inoltre che la sua tecnologia venga utilizzata per la modellazione 3D, la realtà aumentata e i pagamenti.