blank

Al giorno d’oggi uno dei beni di primaria necessità per ogni utente è senza ombra di dubbio il suo conto corrente, esso risulta infatti indispensabile per poter accedere a un mondo di possibilità in campo finanziario, dal poter effettuare i pagamenti fino a richiedere finanziamenti e mutui.

Ovviamente c’è chi usa il proprio conto anche solo come deposito, andando a versare tutti i risparmi, magari anche di una vita, in vista di un progetto futuro da voler portare a termine, cosa che rende certamente il conto corrente l’oggetto dei desideri di hacker e truffatori, i quali resisi conto dell’impossibilità di attaccare direttamente l’istituto bancario in quanto protetto da firewall quasi impenetrabili, hanno cambiato target puntando direttamente agli utenti stessi decisamente più vulnerabili e meno esperti.

Questi attacchi prendono forma nella stragrande maggioranza dei casi in sms o mail di phishing, utilizzate per ingannare l’utente portandolo a consegnare di spontanea volontà le proprie credenziali di accesso al conto corrente con esiti ovviamente infausti.

Mail truffaldina

Recentemente in molti ci stanno segnalando una nuova mail di phishing, camuffata da segnalazione ufficiale che avvisa l’utente di un accesso anomalo avvenuto da una fonte sospetta.

blank

Come potete ben leggere la mail ci avvisa di un tentato accesso da Malta, invitandoci ad aggiornare le credenziali il prima possibile cliccando sul reindirizzamento presente nella dicitura “Non sono stato io”.

È dunque facile intuire che abbiamo davanti agli occhi una mail di phishing bella e buona, se infatti cliccherete sul link, esso vi rimanderà ad un falso internet banking dove vi verranno rubate le credenziali.

Diffidate da questo tipo di mail, dal momento che le banche usano sempre e comunque canali certificati per comunicare come la PEC.