blank

Sembrano tempi lontani quelli in cui bastava decidere di creare una nuova build, che fosse dedicata al lavoro o al gaming, recarsi su qualche e-commerce ed effettuare gli ordini. Sono ormai diversi mesi che la situazione della disponibilità dell’hardware per pc versa in condizioni drammatiche. Non solo non è stato possibile acquistare le ultime uscite, come le nuove schede grafiche Nvidia di terza generazione, oppure le nuove AMD serie 6, ma anche i componenti più datati dopo il picco di 40.000$ nel valore del Bitcoin. Ma a diversi mesi dall’inizio della crisi, qual è la situazione attuale nel panorama online? Che situazione possiamo aspettarci nei prossimi mesi?

 

Alti e bassi

Proprio in questi giorni la situazione relativa alla disponibilità di componenti sta tornando gradualmente alla normalità. Ma stiamo parlando in particolare dei processori, tornati di nuovo disponibili e a prezzi congrui a quello di listino e alla loro anzianità: è tornato disponibile il famoso Ryzen 5 3600, in offerta a 201€, o ancora sul versante Intel l’i5 10600K al prezzo incredibile di 225€. Due classici per il mondo del gaming, che con questo prezzo competitivo sono tra i processori più usati e diffusi al mondo. Anche per quanto riguarda le schede madri, gli alimentatori e le ram tutto sta tornando ai livelli di settembre-ottobre, ad eccezione, purtroppo, delle schede video.

La disponibilità delle gpu, che più risente delle fluttuazioni del valore delle varie criptovalute, è ancora drammatica. Comprare attualmente una gpu di ultima generazione richiederà un esborso pari quasi al doppio del suo valore di listino, quando disponibile, mentre anche per le più datate i costi si sono praticamente raddoppiati. Occorrerà attendere ormai la primavera del 2021 per veder smuovere il mercato, soprattutto dopo l’annuncio di schede video in grado di fare gola, per prezzo e prestazioni, a milioni di videogamer in tutto il mondo.