Postepay: phishing, truffe e conti svuotati dal nuovo messaggio in mail

Un qualsiasi messaggio in arrivo su uno smartphone o su un computer, potrebbe compromettere la vostra privacy. Il tutto indipendentemente da quale carta avete nel vostro portafoglio o da quale banca di fiducia avete scelto.

Partendo da questi presupposti, risulta nettamente immotivata la crociata di molti utenti verso la Postepay, celebra carta di Poste Italiane spesso presa di mira dal pubblico ma soprattutto dai truffatori. Questi applicano il metodo del phishing utilizzando il nome del celebre supporto elettronico, il quale è il più diffuso in Italia. È proprio questa la motivazione e non di certo la vulnerabilità che risulta pari a tutte le altre carte di qualsiasi altro gruppo bancario. Negli ultimi giorni un nuovo messaggio si sarebbe diffuso mettendo a rischio i risparmi degli utenti.

 

Postepay: ecco come è scritto il nuovo messaggio che può svuotarvi il conto

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO