blankMozilla Firefox non ha la popolarità che ha Google Chrome, soprattutto per dispositivi Android. Tuttavia, sono entrambi valide alternative. Mozilla ha iniziato a stravolgere Firefox per adattarsi agli standard attuali. Ora che l’azienda ha avuto più di sei mesi per finalizzare il prodotto, è possibile fare un confronto più equo tra i Chrome e Firefox.

Interfaccia ed esperienza utente Firefox vs Chrome

Firefox consente di scegliere tra un’interfaccia in basso e una in alto. A seconda di cosa stai utilizzando, troverai la barra degli indirizzi, il selettore di schede e il pulsante del menu nella parte inferiore o superiore dello schermo. Come su Chrome, puoi passare da una scheda all’altra scorrendo a sinistra e a destra sulla barra degli indirizzi invece di utilizzare il pulsante dedicato. Se preferisci una visualizzazione a griglia, puoi attivarla nelle impostazioni. La scelta di unire le schede in questo modo sembra un po’ frettolosa, andrebbero distaccate maggiormente come su Chrome. Potrebbero esserci variazioni nei prossimi aggiornamenti.

La pagina ‘nuova scheda’ fornisce una rapida panoramica dei siti Web più visitati, delle raccolte e la modalità di navigazione in incognito. La barra degli indirizzi ha un pratico lettore di codici QR integrato e puoi selezionare il tuo motore di ricerca preferito al volo. Nessuna delle due funzionalità è disponibile in Chrome. Puoi anche digitare a voce le tue ricerche. Quando visiti un sito web, vedrai un’icona a forma di scudo accanto al suo indirizzo. C’è anche un link alle impostazioni che ti consentono di regolare il livello di protezione desiderato.

Nel menu a tre punti troverai un rapido accesso ai download, alla cronologia, ai preferiti, alle schede sincronizzate e ai componenti aggiuntivi. Le impostazioni dell’app danno accesso alle solite voci per l’eliminazione dei dati, le autorizzazioni del sito, le raccolte di dati, le notifiche, l’attivazione della sincronizzazione, l’archiviazione delle password, ecc. Puoi personalizzare Firefox a tuo piacimento e persino cambiare l’interfaccia in un’altra lingua. Nel complesso, l’interfaccia di Firefox è facile da usare, quindi è improbabile che tu debba affrontare problemi se sei abituato ad un colosso come Google Chrome.

L’ultima riprogettazione di Chrome c’è stata secoli fa e si basa esclusivamente su una barra degli strumenti superiore che diventa sempre più difficile da raggiungere man mano che i nostri telefoni diventano più grandi. Google ha sperimentato altre soluzioni come Chrome Duet, ma alla fine i test non sono andati a buon fine. Firefox al contempo potrebbe migliorare su alcuni aspetti come l’apertura e la chiusura delle schede personalizzate.

Caratteristiche aggiuntive Chrome e Firefox a confronto

Firefox ha alcune funzionalità extra, come la modalità di lettura. Quando il browser rileva che stai leggendo un articolo, ti offrirà una versione ridotta, senza immagini e senza distrazioni nella barra degli indirizzi. Le raccolte sono una forma di sostituzione dei segnalibri. Probabilmente è utile per salvare qualcosa che vorresti leggere in seguito e non è inteso come soluzione di archiviazione permanente, ma sembra che il concetto non sia completamente sviluppato.

La sincronizzazione consente di riprendere la sessione di navigazione da Firefox su un altro dispositivo, proprio come fa Chrome. La funzione assicura che i segnalibri, la cronologia e le password siano condivisi tra le installazioni di Firefox su telefoni e desktop. Con Firefox Lockwise, puoi persino inserire automaticamente le tue password nelle app Android al di fuori di Firefox. Un widget di ricerca consente di accedere rapidamente alla barra degli indirizzi direttamente dalla schermata iniziale, proprio come Chrome.

Modalità Dark a livello di sistema

A differenza di Chrome, Firefox supporta le estensioni. Tuttavia, solo una manciata è ufficialmente disponibile in questo momento, ma la società sta lavorando per riportare la suite completa di componenti aggiuntivi in ​​un futuro aggiornamento. Puoi già provare qualsiasi estensione nella versione Nightly di Firefox.

Correzione della riproduzione in background del video

La compilazione automatica della password da gestori di password di terze parti sembra instabile con il pop-up che spesso non viene visualizzato, ma questo è un problema anche con Chrome. Manca molto il pull-to-refresh, un gesto disponibile in quasi tutte le altre app Android a cui potresti pensare. Firefox inoltre non ha ancora aggiunto un’interfaccia tablet all’app ridisegnata, quindi utilizzare il browser su un tablet o su un Chromebook (come un’app Android) è un’esperienza terribile. L’azienda sta lavorando su queste sfaccettature.

Prestazione

Il nuovo Firefox è molto più veloce del suo predecessore. Tuttavia, il prodotto di Google è il browser più utilizzato e tutti ottimizzano i propri siti web per questo. Google stessa è particolarmente colpevole. La società ottimizza specificamente i suoi siti Web per il proprio browser e, inoltre, distribuisce una vecchia interfaccia utente di ricerca a Firefox. Puoi almeno ottenere l’interfaccia utente di ricerca simile a Chrome con l’estensione Google Search Fixer, anche se ciò non risolverà i problemi di prestazioni a causa di una cattiva ottimizzazione.

Lo scorrimento era un altro punto debole, ma è migliorato molto nelle versioni recenti. Rispetto a Chrome, l’inerzia dello scorrimento sembrava instabile su Android, con salti inaspettati che seguivano piccoli movimenti. Ma è una cosa del passato. Lo scorrimento non è ancora al 100% in linea con Chrome, ma è più fluido.

Privacy

Mozilla afferma che “i prodotti Firefox sono progettati per proteggere la tua privacy” e il suo browser rimane fedele a quel motto. Firefox blocca i tracker online e gli annunci invasivi per impostazione predefinita. Puoi persino abilitare una modalità che blocca completamente la maggior parte dei cookie e dei tracker di terze parti. In Chrome, Google ti consente solo di bloccare i cookie di terze parti facoltativamente e alcuni annunci ad alta intensità di risorse, una funzione che devi abilitare manualmente.

Sfortunatamente, Mozilla raccoglie alcuni dati per impostazione predefinita. Dovrai disattivarli manualmente nelle impostazioni in “Raccolta dati“. Ci sono “Dati tecnici e di utilizzo” e “dati di marketing”. Concludendo, se vuoi separarti per un po’ da Google, provare il nuovo Mozilla Firefox per Android è una valida alternativa. L’esperienza non è ancora fluida come con Chrome, ma è abbastanza efficiente e potrai provare nuove funzionalità.