Il garante privacy con una nota d’urgenza fa sapere che TikTok dovrà immediatamente bloccare “l’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica”, a seguito di recenti fatti di cronaca.

A riportare la notizia è Repubblica, che fa anche notare come l’impossibilità di TikTok di applicare una regola simile porterà al blocco del social network nel nostro paese, almeno fino al 15 febbraio, data nel quale il Garante ha fissato un limite temporale entro cui elaborare ulteriori considerazioni. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

TikTok Italia bloccato dal Garante Privacy

Il social network è però maggiormente interessato poiché uno dei più famosi fra i giovanissimi. L’applicazione già impedisce l’iscrizione ai ragazzi sotto i 13 anni e applica delle regole di privacy molto più stringenti per chi ha meno di 16. Tutte novità recenti e molto distanti da com’era TikTok al lancio. Il Garante Privacy è però preoccupato dalla facilità di aggirare questi limiti e ha voluto applicare una regola ancora più severa.

Guido Scorza, componente del collegio del Garante Privacy ha dichiarato: “La tecnologia permetterebbe di accertare l’età, ma TikTok non utilizza al momento questi strumenti e dubito che li possa attivare per il 15 febbraio: questo conferma la necessità di un blocco. Altri social, come YouTube, riescono invece a verificare l’età degli utenti in base ai propri dati“. Ovviamente la problematica relativa all’età degli iscritti ai social network non si applicherebbe a logica solo a TikTok.

Attualmente non ci resta altro da fare che rimanere in attesa di sapere come TikTok potrà adattarsi a queste indicazioni e se questo dovesse ripercuotersi anche su altre piattaforme. Al momento in cui scriviamo il servizio è ancora attivo e non ci sono blocchi già attivi di sorta.