Monete e Banconote rare: alla scoperta delle più preziose in circolo
Il 1999 fu l’anno della rivoluzione per quanto riguarda il sistema monetario. Da quel momento tutto cambiò: dove finirono le così tanto amate Lire? Alcune sono nascoste negli angoli delle case di tutti noi, altre invece sono state convertite alla Banca d’Italia. Qualora apparteneste alla prima categoria, vi consigliamo di dare un’occhiata ai vostri “cimeli” perché potrebbero essere effettivamente monete e banconote rare. È arrivato il momento della verità!

Monete e banconote rare: la riscoperta delle vecchie lire (e non solo)

50 euro

Tra le banconote attuali si nasconde un errore sul filo di sicurezza visibile tranquillamente (anziché 50 euro vi è la scritta 100 euro) in controluce. Questo dettaglio dona alla carta un valore di 350 euro.
100 euro

Le banconote da 100 a volte presentano un errore di taglio che le fa salire fino a 300/350 euro.

5 euro

Vi sono poi delle banconote da 5 euro con numeri di serie particolari che possono raggiungere anche i 100 euro. Basterà controllare le prime sei cifre e la lettera che indica lo Stato di emissione (per l’Italia è la lettera S).

2 euro di Grace Kelly

I 2 euro coniati nel 2007 dal principato di Monaco in memoria del 25esimo anniversario dalla morte di Grace Kelly ad oggi vale dai 2.000 ai 2.500 euro.

2 euro del Vaticano

Il 2005 fu poi l’anno in cui lo Stato del Vaticano realizzò 100mila monete da 2 euro per festeggiare la Giornata Mondiale della Gioventù di Colonia. Nel 2021 questa ha raggiunto una somma di 300 euro.

5 lire del 1955

Passiamo ora alle Lire. Quella da 5 appartiene al periodo degli anni ‘50 e i collezionisti pagherebbero ben 2.000 euro.

50 lire del 1958

La moneta che rappresenta il dio Vulcano nudo che batte il metallo sull’incudine, se tenuta in buone condizioni, può valere 2.000 euro.