CashbackMolti utenti si stanno lamentando molto per quanto concerne il termine di riconteggio per il Cashback di Natale. Di fatto, come è stato osservato anche da Adiconsum, sono in netto aumento le segnalazioni di utenti che rilevano problemi di varia natura. Sembra che si va da transazioni non calcolate ad importi errati. Scopriamo di seguito che cosa sta succedendo nel dettaglio.

 

 

Cashback di Natale: tutte le problematiche spiegate e risolte dal presidente di Adiconsum

Carlo De Masi, presidente di Adiconsum, ci ha tenuto a spiegare che “in tantissimi stanno segnalando ai nostri sportelli e sui social il malfunzionamento del Cashback. Andando, infatti, nella sezione ‘Portafoglio’ dell’App ‘IO’ è indicata l’entità definitiva di ciò che verrà accreditato a febbraio in base agli acquisti fatti fino al 31 dicembre 2020. Nelle segnalazioni dei cittadini-consumatori si denuncia che gli importi riportati sono errati, in quanto le transazioni indicate sono inferiori a quelle realmente effettuate, anche se avvenute nello stesso esercizio commerciale o utilizzando lo stesso circuito della carta di credito. La questione dal nostro punto di vista è grave perché non fa ottenere i rimborsi dovuti e soprattutto fa venire meno la fiducia dei consumatori nei confronti della ‘trasformazione digitale’ in atto, non agevolando la ripresa economica del nostro Paese“.

Inoltre, la società ha anche annunciato tramite il proprio sito web che dal prossimo febbraio sarà disponibile un modulo di reclamo sul portale Consap, il quale va presentato al momento della ricezione del rimborso. Infine, in questo articolo ricordiamo quando avverranno i rimborsi del Cashback di Natale.