Radiazioni

Lo smartphone è ormai diventato uno strumento indispensabile nella vita di tutti i giorni. Nonostante sia uno strumento utile e funzionale, senza alcuni accorgimenti, le sue radiazioni potrebbero alla lunga causare qualche problema di salute. Ecco alcuni consigli per proteggere sé stessi e i bambini durante l’utilizzo del telefono.

 

Alcuni consigli per proteggere sé stessi e i bambini dall’esposizione alle radiazioni dello smartphone

Anche se gli studi dell’OMS e del Ministero della Salute non hanno riscontrato prove sufficienti a dichiarare le radiazioni degli smartphone pericolose, occorre attuare alcune abitudini che ne riducano l’esposizione. Infatti, quella del telefonino, è una tecnologia alquanto recente e che quindi non permette di capire ancora quali siano le conseguenze a lungo termine sulla salute dell’uomo. Inoltre proprio l’OMS e l’IARC hanno evidenziato come il rischio di tumori celebrali possa aumentare utilizzando lo smartphone per più di 30 minuti al giorno.

Sono poche e facili da applicare le regole che aiutano ad evitare l’esposizione prolungata alle radiazioni di smartphone e tablet. La prima cosa importante è utilizzarlo il più possibile con auricolari con cavo o in vivavoce. È anche importante evitare di tenerlo nella tasca dei pantaloni o della giacca. Nondimeno sarebbe buona norma spegnerlo prima di andare a letto o comunque non tenerlo vicino al comodino.

Un’altra buona norma è quella di non avviare chiamate in mancanza di rete o quando è insufficiente. Infatti è proprio in queste occasioni che il telefono produce molte più radiazioni. E se si fanno videochiamate è bene mantenerlo almeno a 50 cm di distanza dal volto.

È molto importante proteggere i bambini dalle onde elettromagnetiche

Il Belgio ha attivato un’iniziativa che vieta l’utilizzo dei dispositivi ai bambini così da proteggerli dalle radiazione emesse. In Italia non ci sono norme che limitano l’utilizzo di smartphone e tablet ai bambini, ma è importante che ogni genitore attui semplici accorgimenti per proteggere i figli dalle onde elettromagnetiche.

È importante quindi che il tempo di utilizzo di qualsiasi dispositivo mobile sia limitato. L’eccessiva esposizione alle radiazioni potrebbe portare gravi conseguenze future ai bambini non avendo ancora un fisico sviluppato. Inoltre si sa, quando giocano, ascoltano musica o vedono un cartone animato, il tempo per loro non è mai abbastanza.

In sostanza queste regole aiutano tutti ad assumere buone abitudini nell’utilizzo dello smartphone e riducono i rischi dell’esposizione alle radiazioni che produce. Un altro aiuto può arrivare dalla scelta di modelli che emettono meno radiazioni. Ecco gli smartphone pericolosi a questo link.