giappone-rete-6g-5gSamsung ha rivelato i suoi piani per la rete 6G, delineando la sua visione per i “cloni digitali” di persone e oggetti che potrebbero esserci con l’arrivo della nuova tecnologia.

In un documento l’azienda sudcoreana ha affermato che ci saranno tre servizi 6G: la realtà estesa immersiva (XR); ologrammi più fedeli all’originale e cloni digitali. “Con l’aiuto di sensori avanzati, intelligenza artificiale e tecnologie di comunicazione, sarà possibile replicare entità fisiche, comprese persone, dispositivi, oggetti, sistemi e persino luoghi, in un mondo virtuale”.

“In un ambiente 6G, attraverso i cloni digitali, gli utenti saranno in grado di esplorare e monitorare la realtà in un mondo virtuale, senza vincoli temporali o spaziali. Gli utenti potranno osservare i cambiamenti o rilevare i problemi a distanza attraverso la rappresentazione offerta”. Tali progressi potrebbero contribuire all’aumento di persone che lavorano e socializzano sempre più da remoto.

Samsung: il 6G non arriverà nel 2030 ma nel 2028, l’azienda sta già lavorando alla nuova tecnologia

Samsung afferma che le persone non solo saranno in grado di osservare, ma anche di interagire. Ad esempio, un utente potrebbe lavorare in un ambiente dall’altra parte del mondo attraverso il proprio clone. “Potrebbe essere una rappresentazione di una serie di sensori controllati a distanza“. Per ottenere ciò, il 6G dovrà avere velocità di trasferimento dati eccezionalmente elevate e una latenza estremamente bassa durante il controllo dei dispositivi in ​​remoto. Le prestazioni del 6G supporteranno una velocità dati di 1.000 Gbps, che è 50 volte la velocità dati massima del 5G. “Ci aspettiamo che le nuove tecnologie 6G saranno sviluppate specificamente per connettere centinaia di miliardi di dispositivi”. Altri casi d’uso per il 6G includono radar e mappe interne generate da smartphone.

L’arrivo del successore del 5G è fissato per il 2030. Ma Samsung afferma che la prima commercializzazione del 6G potrebbe avvenire già nel 2028. Per accelerare la ricerca per il 6G, Samsung ha lanciato l’anno scorso l’Advanced Communications Research Center. “Anche se la commercializzazione del 5G è ancora nella sua fase iniziale, non è mai troppo presto per iniziare a prepararsi per il 6G”, ha affermato Sunghyun Choi, a capo del centro di ricerca 6G di Samsung. “Abbiamo già avviato la ricerca e lo sviluppo di tecnologie 6G basandoci sull’esperienza e sulle capacità che abbiamo accumulato lavorando su più generazioni di tecnologie di comunicazione, incluso il 5G“.