stipendi parlamentari

In Italia abbiamo gli stipendi dei parlamentari più alti di tutta Europa. In media, deputati e senatori hanno il diritto a 125.000 euro l’anno, il doppio dei loro colleghi inglesi e il 20% in più di quelli tedeschi. La cifra, inoltre, sale anche sui 170.000 euro all’anno se consideriamo anche le diarie e i rimborsi. Nemmeno negli Stati Uniti e nel Canada si viaggia a cifre simili.

Proprio per questi motivi, si è discusso molto in passato di tagliare gli stipendi ai parlamentari italiani i quali ormai nell’età moderna, e soprattutto in un periodo dove socio-economicamente non siamo messi molto bene, sono fuori luogo. Inoltre, ciò che aggrava ancor di più la situazione è il fatto che l’Italia è uno dei Paesi più indebitati del mondo, con un debito pubblico davvero alle stelle. Andiamo a vedere nel dettaglio a quanto ammontano le regalie che i contribuenti italiani danno ai loro rappresentanti in Parlamento.

 

 

Stipendi parlamentari: in Italia si viaggia su cifre davvero incredibili

Lo stipendio base di solito è di circa 10.500 euro, a cui si deve poi aggiungere 3.500 euro di diaria riconosciuta per la presenza in aula. Per ogni giorno di assenza, viene decurtata proporzionalmente. Così, in tutto, si arriva a circa 14.000 euro al mese. E non è finita cui per le aggiunte, anche perché si deve dar conto anche ai rimborsi per gli spostamenti, soggiorni e altri motivi istituzionali. In più, deputati e senatori, per tutta la durata del loro mandato, si muovono gratuitamente coi mezzi pubblici e lungo le autostrade. A ciò si aggiungono anche le corse in taxi e le spese telefoniche e di internet. Alla fine, si raggiungono i 17.000 euro al mese. E per finire “in bellezza”, non si sono di certo privati del bonus INPS da 600 euro per emergenza Covid.