Il produttore coreano Samsung fa segnare una brutta performance in questo 2020 che si avvia alla conclusione: solo 270 milioni di telefoni venduti. Si tratta del primo calo dal lontano 2011.

Ma il 2021 dovrebbe andar meglio, con gli analisti che prevedono ottimi numeri di vendita per i top di gamma, calcolando che nell’anno nuovo arriveranno anche dei nuovi modelli pieghevoli, che nonostante il prezzo hanno riscosso un ottimo successo. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Samsung: calano le vendite degli smartphone

Mai così pochi telefoni venduti dal 2011. Nell’anno funestato dalla pandemia Samsung fa segnare la peggiore prestazione degli ultimi nove anni. Ma, secondo gli analisti, il 2021 invertirà la tendenza. In termini puramente numerici, sin dal 2011 Samsung vende più di 300 milioni di telefoni, fra smartphone e cellulari. Anche nel 2020 l’obiettivo era superare quella soglia, ma le vendite si sono fermate molto prima.

Sono stati, infatti, 270 milioni i telefoni venduti dal produttore coreano, che si è scontrato, oltre che con tutti i problemi relativi all’emergenza sanitaria, anche con un’accoglienza piuttosto tiepida riservata alla gamma Galaxy S20. La gamma Galaxy S21 sarà presentata a breve e non vediamo l’ora.

Il 2021, però, dovrebbe andare molto meglio per il produttore coreano. Gli analisti prevedono che le vendite tornino a superare i 300 milioni, 307 milioni per la precisione, con 287 milioni di smartphone e 20 milioni di cellulari vecchio stampo venduti. Di questi 287 milioni, poi, gli analisti stimano che 50 milioni circa saranno top di gamma. Numeri ottimi che contribuirebbero a cancellare quindi un 2020 molto al di sotto delle aspettative. Non ci resta che attendere per scoprire cosa riserverà il 2021 al colosso sud coreano.