DVB T2

Con l’arrivo del 2021, l’Italia si avvicina ufficialmente al passaggio al DVB T2. Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, il DVB T2 è l’evoluzione del DVB T, ovvero l’attuale standard utilizzato dal digitale terrestre per trasmettere tutti i canali sulla rete televisiva Italiana. Dovuto principalmente all’avvento del 5G, il cambio di digitale terrestre costringerà milioni di consumatori a sostituire il proprio televisore o ad acquistare un nuovo decoder.

Il passaggio al DVB T2 è quindi necessario per permette al nuovo standard di rete mobile di operare nelle migliori condizioni possibili. Tutti i canali televisivi, dunque, dovranno trasferirsi sulla banda da 700MHz la quale, almeno sulla carta, garantirà un bitrate più elevato ed una qualità dell’immagine nettamente superiore.

Per il momento non è ancora stata fissata una data di inizio ufficiale ma, secondo quanto riportato, esiste già un termine ultimo di Switch-Off. A partire dal  1° Luglio 2022, infatti, tutte le trasmissioni attive sull’attuale digitale terrestre saranno definitivamente interrotte.

DVB T2: il nuovo digitale terrestre garantisce un bonus di ben 50 euro

Al fine di incentivare i consumatori Italiani all’acquisto di un nuovo televisore oppure di un nuovo Decoder compatibile con le nuove frequenze, di recente il nostro Governo ha introdotto il bonus TV. Acquistando un dispositivo compatibile con il DVB T2 e con i più recenti standard di compressione video, gli Italiani con ISEE inferiore a 20.000 euro potranno ottenere in cassa uno sconto di ben 50 euro. 

Ricordiamo infine che, per testare la compatibilità del vostro apparato, di recente sono stati attivati due canali specifici, ovvero il 100 ed il 200. Se a schermo verrà quindi mostrata la dicitura “Test HEVC Main10” allora potete tirare un sospiro di sollievo, il vostro TV o decoder è compatibile con il nuovo DVB T2.