Amazon

I settori di attività di Amazon si continuano ad ampliare ed ora ha intenzione di puntare con decisione verso il mercato dei farmaci. Il colosso statunitense dell’e-commerce sembra aver confermato nella scorse ore Amazon Pharmacy, ossia una farmacia online che consegnerà a domicilio. Per ora è presente solo negli Stati Uniti, e non è ancora chiaro se lo sarà anche in altre zone del mondo. I medicinali sono ottenibili solo su prescrizione medica e sono esclusi quelli dalla Schedule II, ovvero quella comprendente molti oppiacei. I clienti che hanno Prime ma sono sprovvisti di assicurazione sanitaria, avranno la possibilità di beneficiare fino all’80% su farmaci generici e fino al 40% su farmaci di marca.

Sempre per quanto riguarda gli utenti che hanno Prime, potranno acquistare dei farmaci a prezzo scontato in più di 50mila farmacie statunitensi affiliate. Tuttavia, nonostante la partnership con altre aziende, Amazon ha fatto calare proprio i titoli delle aziende del settore con cui erano affiliate. Pare quindi chiaro che il suo ingresso in questo mercato avrà degli effetti negativi sulle altre aziende.

blank

 

Amazon: i titoli delle aziende affiliate calano e Pharmacy acquista credibilità e affidabilità

A ciò si aggiunge il fatto che stiamo vivendo un’emergenza sanitaria estremamente grave, la quale da un lato mette in evidenza la sensibilità verso i temi sulla salute e dall’altro sulla possibilità di acquistare online rispettando il distanziamento sociale. Tutte queste componenti, unita alla popolarità e all’affidabilità di Amazon, fanno sì che attorno questo nuovo metodo ci sia molta fiducia. Doug Herrington, vicepresidente della divisione consumer di Amazon per il Nord America ha commentato:

“Visto che sempre più persone cercano di completare le commissioni quotidiane da casa, la farmacia è un’aggiunta importante e necessaria per lo store online di Amazon”.

Tuttavia, è sbagliato pensare che Amazon stia facendo le cose in maniera improvvisata: sta facendo capolino a questo settore già dal 2018 quando acquistò Pillpack, una start-up che si occupava della consegna di farmaci. Secondo quanto riportato da CNBC, l’intera reta di Pillpack è stata usata per dare vita a quello che è oggi Amazon Pharmacy.

Ora Pharmacy di Amazon opera solo in 45 stati americani. Non è ancora chiaro se ci sarà la volontà di ampliare il servizio a mercati di altre parti del mondo. Dunque, sarà necessario attendere nuove informazioni a riguardo.