coronavirusLa parola più detta e cercata dell’anno è sicuramente Coronavirus. Ne sentiamo parlare ormai dai mesi con Nostradamus che già nel XV secolo aveva cercato di avvertire l’umanità circa il pericolo di una “grande peste” che sarebbe sopraggiunta alla vigilia del 2020. Il noto astrologo francese non poteva chiaramente sapere la denominazione del nuovo virus ma sapeva molto più di quanto pensassimo. Ed a quanto pare non è stato che soltanto l’inizio. Ecco che cos’altro hanno detto le profezie per quello che si preannuncia essere un periodo drammatico per tutti.

 

Nostradamus lo aveva predetto: nel 2020 un virus attaccherò l’uomo, oggi si pensa al Coronavirus

Molti non volevano credere alle profetiche rivelazioni di Nostradamus ma ci siamo ricreduti un po tutti a fronte degli ultimi fatti. Dopo azzeccate previsioni di dissesto naturale ed idrogeologico l’attenzione comune si è spinta in direzione del Covid, la piaga psico-economica che sta riguardando l’Italia ed il Mondo intero. Il noto astrologo aveva detto che ci sarebbero state serie ripercussioni a livello sanitario, sociale ed economico. Sembra proprio che ci avesse preso in pieno.

Come se tutto questo non bastasse aveva anzitempo avanzato l’ipotesi di una Terza Guerra Mondiale da parte di due super potenza desiderose di stabilire la loro rispettiva superiorità dal punto di vista economico e religioso. Si è detto di attentati terroristici inseriti in un clima di accanita discordia tra i popoli ed una rottura delle trattative diplomatiche sul piano internazionale.

Ma in tutto questo le profezie del Coronavirus lasciano il posto al bel tempo del 2031, anno in cui è stato annunciato un progresso medico senza precedenti che (sebbene sia tutto da verificare) consentirà di estendere l’età di vita media ben oltre il traguardo dei 100 anni. Sarà così? Lo scopriremo solo vivendo.