blank

Il BL6000 Pro verrà lanciato come campagna Indiegogo il 17 novembre, con un prezzo anticipato che si aggira tra 400 e 500 euro, rendendolo piuttosto economico per un dispositivo abilitato per 5G.

Dotato di un chipset Mediatek Dimensity 800, un ampio display FHD + da 6,4 pollici, un sensore ottico IMX582 da 48 MP di Sony, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna, BL6000 Pro promette di essere uno dei i telefoni rinforzati più capaci sul mercato e senza dubbio il telefono 5G più resistente mai rilasciato fino ad oggi.

Considerando il prezzo iniziale, questa si preannuncia una scelta decente per il telefono 5G, anche senza tener conto del design rugged leader del settore del telefono. Blackview ha prodotto alcuni dei migliori telefoni rugged sul mercato negli ultimi anni.

Il 5G continua a diventare rurale

Blackview è completamente impermeabile, antipolvere e antiurto fino a 1,5 metri. Può anche resistere a temperature estreme ed è stato testato fino a -30 gradi Celsius.

Le due tecnologie sembrerebbero, a prima vista, quasi escludersi a vicenda. Finora le implementazioni del 5G sono state più o meno limitate alle aree urbane densamente popolate.

Un recente rapporto di Ericsson ha osservato che “Al di là delle sfide legate alla copertura, le comunità rurali devono affrontare sfide legate alla propagazione. Negli Stati Uniti, la propagazione rurale della banda larga fissa nel 2019 è stata del 63%, contro il 75% nelle aree urbane e il 79% nelle aree suburbane. La penetrazione rurale della banda larga mobile è stata del 71% contro il 79% sia per le aree urbane che per quelle suburbane”.

In poche parole, le possibilità di ottenere un segnale 5G da qualche parte in cui è effettivamente necessario un telefono robusto sono al momento scarse nella migliore delle ipotesi. Ma questo non vuol dire che un telefono 5G robusto non sarà un buon investimento in pochi anni.