fisco

Ci sono insistenti notizie che girano intorno alla questione Fisco ed evasione fiscale. A tal proposito, infatti, sono davvero tanti gli evasori cronici in giro in questo momento. Dunque il Fisco è tenuto obbligatoriamente a monitorare da vicino la situazione per non lasciarseli sfuggire. Questo è anche dovuto al fatto che in Italia si sta provando a ridurre sensibilmente l’evasione fiscale, essendo che nel nostro Paese è davvero una piaga.
Allo stato attuale, l’Agenzia delle Entrate ha deciso di avviare una pratica del tutto nuova per far sì che chi non ha pagato le tasse le incominci a pagare con regolarità. Si tratta di un congelamento momentaneo dei loro conto correnti. Questa procedura è necessaria affinché questa grande mole di debitori incomincino a saldare i loro debiti. Se ciò non accade, si procede verso un pignoramento forzato del conto corrente.

 

Fisco: guai seri nel caso in cui ci sono tasse non pagate

Anche tramite le varie notizie che circolano in rete quotidianamente, i vari debitori sono stati largamente avvisati. Il Fisco, come accennato prima, può infatti procedere tranquillamente al pignoramento del conto corrente senza alcuno scrupolo nel caso in cui non avviene il dovuto pagamento. Tuttavia, prima di arrivare subito a delle conclusioni affrettate, è comunque consigliato accertarsi su quale sito ci siamo informati.

Nel caso in cui si tratti di un sito attendibile, la prima cosa che dovranno dirvi è che l’ente ha l’obbligo di avvisare l’evasore con una notifica o con una raccomandata. Infatti, il suddetto avrà 60 giorni per trovare una soluzione per poter estinguere i suoi debiti definitivamente. Quindi, il pignoramento forzato avviene solo nel momento in cui il debitore insiste nel non pagare, e non all’improvviso, come molti scrivono. In seguito a tale situazione, verranno prelevati in maniera forzose le somme di denaro necessario dal conto con un aggiunta massiccia di interessi. È bene quindi cercare di evitare tali situazioni.