elon-musk-governo-marte

Uno dei sogni di Elon Musk è di raggiungere Marte di creare una colonia. Un sogno che risulta quasi essere un ossessione tanto che vuole essere uno dei primi a raggiungerlo. Considerando come sta portando avanti SpaceX, quest’oggi sembra anche plausibile che l’uomo raggiunga il pianeta rosso. Proprio perché risulta più concreta tale possibilità, l’imprenditore ha voluto dire la sua, in uno modo particolare, su un aspetto importante.

Raggiungere Marte significa anche dare vita a delle colonie. Queste colonie non seguiranno le leggi terrestri in quando non esistono leggi universali, ne tanto meno che valgono per un altro pianeta. In sostanza, tutti gli insediamenti che potrebbero nascere sul pianeta rosso seguiranno un principio di autogoverno. Parte interessante è che questa dichiarazione non è stata fatta pubblicamente, ma compare sui termini di servizio della connessione fornita tramite il progetto Starlink.

 

Elon Musk e il governo marziano

Uno stralcio dei termini di servizio: “Per i servizi forniti su Marte, o in transito su Marte tramite Starship o altri veicoli spaziali di colonizzazione, le parti riconoscono Marte come un pianeta libero e che nessun governo basato sulla Terra ha autorità o sovranità sulle attività marziane.”

In ogni caso, non è la prima volta che Musk si riferisce al futuro governo di Marte. Già in precedenza aveva dichiarato che lo spazio in senso assoluto deve essere considerato libero da tutti e per tutti. Sarà interessante capire cosa succederà una volta che il primo uomo metterà piede sul suddetto pianeta, un qualcosa che potrebbe succedere molto prima di quanto previsto.