contagiLa curva dei contagi in Italia continua a crescere, destando più di una preoccupazione sul territorio nostrano. Oggi si registra un incremento di 5724 unità, a fronte di oltre 133’084 tamponi processati appunto nelle ultime 24 ore.

I dati diffusi dal Ministero fanno tornare ai mesi primaverili caratterizzati dal lockdown che ha sconvolto il 2020 di molte famiglie italiane, un fatto è differente, il numero di tamponi. E’ importante ricordare che all’epoca registravamo circa 17’000 controlli al giorno, nelle ultime 24 ore sono stati addirittura 133’084. Stesso discorso per le terapie intensive, ad Aprile se ne contavano più di 3000 in tutta Italia, oggi sono fortunatamente solamente 390 gli utenti ricoverati in terapia intensiva.

Al netto di quanto scritto, il numero di casi delle ultime 24 ore è pari a 5’724 unità (contro le 5372 di ieri), con 29 decessi (ieri erano stati 28). Ad oggi sono 74’829 i positivi al Coronavirus, di questi 4’336 sono ricoverati nei reparti di rianimazione dell’ospedale, con 390 persone in terapia intensiva. I guariti delle ultime 24 ore sono 976, mentre dall’inizio della pandemia se ne contano 238’525.

 

Contagi: cosa succede nelle regioni

Boom di contagi in Lombardia, nel corso delle ultime 24 ore si sono registrati addirittura 1’140 casi positivi, una crescita altissima, a fronte comunque di oltre 22’910 tamponi processati. Al secondo posto sale la Campania, con 664 persone contagiate dal Covid-19, per concludere poi con il Veneto ed i suoi 561 contagi.

Ugualmente preoccupanti sono i numeri di Piemonte, +499, Emilia Romagna, +383, Lazio, +384, Toscana, con +548 persone che hanno contratto il virus, Liguria, +213, Sicilia, +285, Puglia, +184, e Sardegna con +124. Nessuna regione ha registrato 0 contagi, anche la tranquilla Valle d’Aosta ne ha segnalati 44 nelle ultime ore.