oper crossland

Giusto tre anni dopo la sua presentazione ufficiale, il nome della piccola crossover della casa tedesca sembra cambiare ufficialmente: non sarà più Crossland X, bensì Opel Crossland. A primo impatto penseremo che l’unica cosa a cambiare è la X mancante, ma non è così. Ci sarà un aggiornamento su molti punti di vista, riguardanti lo stile e all’anteriore, dove arriva la nuova mascherina Opel Vizor. Questa è più sottile ed estesa lateralmente tanto da unirsi coi fari, aiuta a far apparire il frontale della vettura decisamente più largo.

La nuova Opel Crossland cambia anche nella parte bassa del fascione anteriore: c’è un fregio centrale in argento a forma di C attorno all’alloggiamento dei fari fendinebbia. Inoltre, sfruttando l’occasione del restyling, arrivano anche le nuove ruote di 16″ e 17″, la copertura effetto fumé per i fanali e un fregio nel paraurti posteriore che sembra richiamare quello presente anteriormente. La vera novità è l’allestimento GS Line+, il quale ha ruote di 17″ con verniciatura nera, tetto nero, sedili anteriori certificati dall’ente tedesco specializzato AGR (ottimi per i viaggi lunghi) e fanali a led.

 

 

Opel Crossland: tutte le novità

All’interno è quasi uguale a parte la rotella del sistema IntelliGrip, che sembra essere l’unica novità. Questo permette di variare la risposta dell’Esp e del controllo di trazione. Ciò migliora la motricità su fondi a bassa aderenza. Ha cinque modalità disponibili: Normal, per tutti i giorni; Snow, per quando i fondi sono innevati; Mud, per quando sono fangosi; Sand, per i fondi sabbiosi; Esp Off, mantiene disattivati l’Esp e il controllo di trazione fino a 50 km/h.

La nuova Opel Crossland avrà anche nuove tarature per le molle, lo sterzo e gli ammortizzatori. I motori sono uguali, ma hanno l’omologazione Euro 6d, la quale sarà obbligatoria dal 2021. L’auto sarà ordinabile ufficialmente tra poco tempo e arriverà nelle concessionario all’inizio del 2021.