bici elettricaMolte persone sono in attesa del rimborso mobilità che garantisce la restituzione in denaro del 60% dell’importo speso per l’acquisto di bici elettriche o monopattini a batteria. Come sempre il tetto massimo è di 500 euro ma non abbiamo più a che fare con voucher o ipotetiche proroghe ad oltranza. Abbiamo una data ed una nuova modalità per l’accredito di un vero e proprio bonus in denaro che arriva via conto corrente così come stabilito dal Ministero dell’Ambiente. Scopriamo insieme le ultime novità.

 

Bonus mobilità: via al bonifico per la restituzione del 60% su bici e monopattini elettrici

Dopo la fase di picco del Coronavirus tutti hanno sentito l’esigenza di ritornare in strada nel rispetto di quelle che sono le attuali normative sanitarie e sul distanziamento sociale vigenti. Tanti hanno sfruttato l’occasione dei bonus per acquistare un nuovo veicolo elettrico a partire dal 4 Maggio 2020. Entro la fine dell’anno, ed a patto di rientrare entro i 220 milioni di euro previsti come fondo perduto, c’è ancora la possibilità di scaricare gran parte della spesa sostenuta.

Senza passare per QR Code, applicazioni mobile e voucher si stabilisce la predisposizione di una web-app dalla quale gestire la transazione di rimborso. Basterà caricare la prova di acquisto con fattura o scontrino parlante ed indicare in chiaro i propri dati di accredito. Serve quindi una SPID (identità digitale) nonché l’indicatore IBAN su cui versare le somme stabilite entro i limiti previsti.

Così facendo il Ministero snellisce e semplifica le procedure di accesso agli accrediti prevedendo trasferimenti entro un tempo massimo utile di 10 o 15 giorni per questa prima fase. In una successiva trance sarà possibile e plausibile pensare ad uno sconto diretto in negozio con il cliente che sarà chiamato a pagare soltanto il 40% dell’importo già scontato dal commerciante, cui resterà l’onere di gestire le pratiche di rimborso. Tutto molto semplice, quindi.