Esiste un metodo per poter inviare messaggi senza che il destinatario possa conoscerne la provenienza. Un tempo questo genere di comunicazione si faceva in maniera “analogica”, magari consegnando un biglietto senza firmare o facendo pervenire al destinatario un messaggio senza possibilità di capire chi fosse il mittente.

Anche nel mondo digitalizzato è possibile mettere in pratica lo stesso principio, inviando un SMS anonimo in maniera sicura e garantita. Come? Lo spieghiamo in questa breve guida, sperando che possa tornarvi utile (anche qualora foste voi ad averlo ricevuto e voleste capire come sia possibile farlo).

SMS anonimi, ecco come inviarli a seconda dell’operatore Tim, Vodafone, Wind e Tre

Per ogni operatore esiste un metodo diverso, che può corrispondere a inserire un particolare codice nel corpo del messaggio oppure inviare l’SMS ad un contatto dedicato dell’operatore, che poi lo rigirerà al destinatario.

Partiamo da TIM, con cui i messaggi anonimi possono essere inviati scrivendo al numero 44933: nel corpo del messaggio deve essere riportato ANON seguito da uno spazio, e a seguire il numero del destinatario e il testo del messaggio. Il servizio costa 30 cent per SMS inviato.

Per Vodafone il metodo è simile. Bisogna inviare un messaggio al numero 4895894 contenente S seguito da uno spazio, dal numero del destinatario e infine il messaggio da inviare. Anche in questo caso si tratta di un servizio a pagamento, al costo di 50 cent per SMS.

Per i clienti Tre, si può mandare un SMS al numero 48383 contenente in questo caso direttamente il numero del destinatario seguito dal testo. Anche qui il costo corrisponde a 50 cent.

Infine, per i clienti Wind il metodo è differente, in quanto si deve inviare il messaggio al destinatario però inserendo nel corpo del messaggio il codice *k k#s seguito da uno spazio e dal testo del messaggio. Il costo è equiparabile all’invio di un normale SMS, che corrisponde a 15 cent.