Stando alle ultime news e alle testimonianze di due piloti di altrettanti aerei di linea, un uomo con un zaino jet, comunemente definito jetpack, avrebbe sorvolato i cieli di Los Angeles a circa 900m di altitudine passando a soli 300 metri di distanza da due aerei di linea con a bordo un centinaio di passeggerei, ciò non ha fatto altro che creare stupore per la visione palesata davanti gli occhi di piloti e passeggerei ma anche paura per la sicurezza pubblica.

La Federal Aviation Administration americana, ente di supervisione del trasporto aereo, insieme all’Fbi stanno ovviamente indagando sull’accaduto per cercare di capire quale sia la mente dietro quello che hanno visto i piloti, ovviamente non è facile scoprire di chi si tratti, anche perchè nell’ultimo periodo le aree di volo sono invase da droni e altri oggetti volanti con o senza pilota.

Il primo jetpack come nei videogiochi

Il tanto chiacchierato zaino indossato dall’uomo è un jetpack, uno strumento in realtà già disponibile da tempo ad uso civile, ma non ancora in vendita a privati, i motivi sono semplicemente legati a fattori di sicurezza, questo poichè lo zaino a propulsione è dotato di due o quattro motori a reazione che possono spingere addirittura chi lo utilizza a oltre 4.200 metri di altitudine e ad una velocità di ben 200Km/h, di contro però è estremamente difficile da manovrare, con il rischio che il pilota vada a sbattere un po’ ovunque o su un aereo.

Si tratta certamente di un accaduto alquanto insolito, che unisce spettacolarità a pericolosità, che sia forse l’avvisaglia che è arrivato il momento di regolarizzare a dovere tutto il mondo dei veicoli volanti neonati negli ultimi anni ?