amazonEra un progetto coltivato da lungo tempo e adesso sembra proprio che Amazon sia in procinto di realizzarlo. Stiamo parlando del servizio di consegna attraverso dei droni, progetto, come detto, ampiamente coltivato dalla società di Jeff Bezos. L’azienda di commercio elettronico ha da sempre fatto dell’efficienza nel processo di spedizione e consegna un suo marchio di fabbrica.

Ad oggi con il servizio Prime, oltre che poter accedere a tutto il mondo Amazon, da Prime Video a Music, passando persino a Twitch, si può ricevere il proprio pacco anche in 24 ore. Tuttavia la compagnia ha sempre pensato di poter ridurre ulteriormente i tempi di spedizione e consegna, proprio mettendo in campo la propria flotta di droni.

Amazon: il via libera dalle autorità statunitensi

 

A segnare un deciso passo avanti nella realizzazione del progetto l’autorizzazione rilasciata dalla Federal Administration Aviation. L’ente ha riconosciuto Amazon Prime Air, marchio creato appositamente per il progetto droni, la certificazione come vettore aereo, condizione necessaria affinché possa partire il servizio di consegna via droni.

La compagnia è già al lavoro per iniziare con le prime spedizioni; i droni, equiparati a veicoli senza pilota, verranno controllati in remoto da delle apposite centrali e manterranno sempre un volo a bassa quota. Il servizio richiede ancora delle certificazioni a livello normativo; tuttavia il riconoscimento da parte della FAA rappresenta di fatto un via libera da parte del governo stesso. A questo punto non è che questione di tempo prima della completa diffusione del servizio; da prima negli Stati Uniti per poi diffondersi nel resto del mondo.