bolletta energia elettrica estate come risparmiare

Con l’arrivo dell’estate capita molto spesso di vedere arrivare delle bollette dell’energia elettrica davvero esorbitanti. Nonostante questo, è possibile risparmiare qualcosina su queste bollette tramite alcuni piccoli accorgimenti.

 

Ecco come risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica

Durante l’estate, sono in molte le persone che vanno in vacanza ma purtroppo non prestano particolare attenzione ai vari elettrodomestici presenti in casa che possono comportare l’arrivo di bollette piuttosto salate. Prima di partire in viaggio d’estate, è consigliabile svuotare e scollegare dalla corrente elettrica questi elettrodomestici, come frigoriferi e congelatori. Secondo nen.it, infatti, questi elettrodomestici incidono sul 40% della bolletta. Oltre a questo, è consigliabile staccare e togliere dalla modalità stand-by tutte le altre apparecchiature elettroniche non necessarie, in quanto anche queste ultime hanno un peso sulla bolletta pari all’8%.

Per tutti coloro che invece resteranno nelle proprie città durante l’estate, occorre comunque seguire alcuni piccoli accorgimenti per non ritrovarsi una bolletta dell’energia elettrica salata. Per quanto riguarda il frigorifero, è necessario non sovraccaricarlo e disporre il cibo in maniera adeguata. La temperatura del frigorifero varia infatti in base ai vari scomparti e andando verso il basso troviamo una temperatura più bassa. Negli scomparti collocati in basso è consigliabile conservare carne e pesce, al centro i prodotti aperti ed in alto salumi e formaggi.

Per risparmiare, è inoltre consigliabile effettuare lavaggi a basse temperature con la lavatrice. In questo modo, infatti, si consumerà un minor quantitativo di energia e non si rischierà di rovinare i vestiti. Chiudiamo infine con il capitolo condizionatore. D’estate non riusciamo a farne a meno, ma occorre tenere a mente alcuni consigli. In primis, quando è attivo occorre tenere chiuse porte e finestre e, cosa più importante, è opportuno non esagerare con le basse temperature. Impostare temperature troppo basse, infatti, comporterà non solo danni alla salute ma anche un grosso aumento di consumo d’energia.

 

FONTEnextquotidiano.it