Sony, PlayStation 5, Microsoft, Xbox Series X, PS5, XSX, next-gen

Il titolo volutamente provocatorio nasce da una riflessione legata alle ultime dichiarazioni rilasciate da Microsoft e rivolte agli sviluppatori. L’azienda di Redmond propone che le versioni Xbox Series X dei giochi pensati per girare anche su Xbox One dovrebbero essere disponibili gratuitamente per i giocatori.

Gli sviluppatori non dovrebbero gravare ulteriormente sulle tasche dei giocatori facendo acquistare lo stesso titolo per due console diverse. Questa pratica è da escludere anche se l’aggiornamento alla versione next-gen del gioco avviene come DLC a pagamento.

Microsoft esorta i publisher e gli sviluppatori a offrire sia la versione current-gen che next-gen in maniera totalmente gratuita e senza costi aggiuntivi. Il sistema da preferire per rendere disponibile il titolo su tutte le piattaforme (inclusa anche Xbox Series X) è la modalità Smart Delivery.

Microsoft propone una piccola rivoluzione con Xbox Series X

Tuttavia, i publisher che non sono intenzionati ad utilizzare il servizio possono comunque venire incontro alle esigenze dei giocatori. Le software house potrebbero almeno offrire un importante sconto sull’acquisto della seconda versione del gioco.

Già molti titoli hanno deciso di adottare questa politica e di certo non parliamo di software house piccole o sconosciute. Giochi come FIFA 21, Cyberpunk 2077, Destiny 2 e Assassin’s Creed Valhalla arriveranno gratuitamente sulle console next-gen a chi ha acquistato la versione current-gen.

Tuttavia, è già arrivata la prima conferma della posizione contraria. Il publisher 2K ha deciso di vendere separatamente le versioni current-gen e next-gend di NBA 2K21. Come se non bastasse le due versioni differiscono di prezzo con una cifra più alta su Xbox Series X e PlayStation 5. Questa scelta potrebbe dare il via a dei rialzi di prezzi in tutto il settore