elettrico

In questi ultimi anni stiamo assistendo ad una crescita dei motori elettrici davvero esponenziale, i veicoli a elettroni infatti stanno riscontrando sempre più consensi negli utenti e stanno quindi costringendo le case automobilistiche ad una vera e propria gara verso il green, obbligandole a presentare sempre più modelli in modo da avere un listino competitivo e vario.

Nonostante quindi gli enormi pro che giocano dalla parte delle auto elettriche, esse non riescono a spodestare ancora il monopolio di sua maestà il diesel, il carburante che da decenni muove la maggior parte dei veicoli e che a quanto pare continuerà a farlo ancora per molto, vediamo perchè.

Ecco perchè il diesel vince sempre

Per poter capire a fondo le motivazioni dietro il predominio costante dei motori diesel bisogna fare però un passo obbligato, infatti bisogna mettersi nei panni di un possibile acquirente intenzionato ad acquistare una nuova auto, egli baderà certamente alla salute dell’ambiente, ma anche e purtroppo soprattutto a quella del suo portafogli.

Infatti il primo motivo che fa vincere la sfida ai motori diesel è legato proprio ai costi, da quelli di listino a quelli di gestione e manutenzione, sensibilmente più elevati dal momento che l’elettrico si basa su una tecnologia decisamente più recente e giovane rispetto a quella diesel.

Un altro motivo invece è legato al carburante per alimentare queste nuove vetture, in questo caso gli elettroni, prelevabili presso le colonnine di ricarica che però, non sono molto presenti sul territorio e non sempre presentano costi di erogazione più convenienti del diesel, fattori che quindi spingono nuovamente in favore del diesel.

Non c’è che dire, l’elettrico ha tutte le carte in regola per diventare lo standard del futuro, anche in chiave ambientale, ma deve ancora liberarsi della zavorra dettata dall’immaturità della sua tecnologia, cosa che col tempo sicuramente accadrà.