honda toyota renault ford

Ultimamente ad essere protagoniste di numerosi scandali sono Renault, Ford, Honda e Toyota, case automobilistiche famose in tutto il mondo. Renault e Ford sono state sulla bocca di tutti per ben 700.000 veicoli immessi sul mercato mal funzionanti perché presentavano diversi errori di fabbricazione che hanno costretto le due case automobilistiche a ritirare tutti i modelli acquistati e non.

Anche quest’anno gli scandali non sono terminati e ad essere le protagoniste sono le due case automobilistiche Honda e Toyota. Anche in questo caso si parla di veicoli mal funzionanti in circolazione, ma eccovi svelati maggiori informazioni a riguardo.

Toyota e Honda coinvolte in un nuovo scandalo: ecco cosa succede a gran parte dei loro clienti

La casa automobilistica Honda è coinvolta in uno scandalo perché in circolazione ci sono dei veicolo con un difetto piuttosto grave e legato all’Airbag. In particolare, la pressione dello scompartimento in cui esso è contenuto è più alta del valore normalmente indicato e, dunque, porta all’esplosione anomala del dispositivo anti-urto all’interno dell’abitacolo con emissione di schegge a una velocità incredibilmente alta. I modelli che presentano questo difetto sono i seguenti:

  • Accord Immatricolate tra il ‘98 e il 2000;
  • EV Plus Immatricolate tra il ‘97 e ‘98;
  • Odyssey immatricolate tra il ‘98 e il 2001;
  • Civic immatricolate tra il ‘96 e il 2000;
  • CR-V immatricolate tra il ‘97 e 2000.

La casa automobilistica Toyota, invece, è protagonista di uno scandalo perché secondo alcune e diverse analisi diversi modelli in circolazione presentano un difetto legato all’Airbag e ad una mancata attivazione in caso di tamponamento. I modelli interessati sono i seguenti:

  • Matrix immatricolate tra 2011 e il 2013;
  • Corolla immatricolate tra 2011 e il 2019;
  • Avalon immatricolate tra 2012 e il 2018.