blank

Uno tra prodotti sicuramente più attesi di questo 2020 sono sicuramente le schede video che costituiranno la nuova generazione RTX 3000 di Nvidia, le quali saranno le prime schede consumer a integrare la nuova tecnologia ampere e a introdurre il Ray Tracing come feature must e non più premium.

Ovviamente molte voci circolano intorno alle future schede, le quali probabilmente verranno presentate verso Settembre e rappresenteranno un grande passo in avanti nella tecnologia GPU.

Un leaker famoso per le sue soffiate riguardo Nvidia, KatCorgi, ha recentemente pubblicato su Twitter un post che non lascia spazio a compromessi, quanto si legge infatti lascia presupporre delle schede con prestazioni a dir poco mostruose, vediamo i dettagli.

Ecco le tre top di gamma

Come si può ben evincere la soluzione di fascia altissima della serie si articolerà in 3 prodotti, la RTX Titan, la RTX 3090 e la RTX 3080, basate entrambe su socket GA102 ma con alcune varianti che vanno a definire la fascia di prestazioni.

  • RTX Titan: La nuova Titan di seconda generazione dovrebbe fregiarsi di ben 5376 Cuda Cores accompagnati da ben 24Gb di memoria GDDR6X per un totale di banda passante di 816GB/s con bus a 384bit, davvero titanica.
  • RTX 3090: La nuova nata invece, la quale probabilmente sostituirà la versione Ti della 3080, monterà 5248 CUDA core e 12GB di memoria GDDR6X da 21GHz, un bus a 384 bit, per un bandwidth di 1008 GB/s, un valore addirittura superiore del 39% rispetto alla versione precedente.
  • RTX 3080: la versione 3000 della attuale 2080 integrerà al suo interno invece 4352 CUDA cores abbinati a 10GB di memoria GDDR6X a 19GHz di clock con bus a 320 bit, per un bandwidth totale di 760GB/s.

Non c’è molto da aggiungere, infatti stando a quanto è emerso le nuove schede di casa Nvidia hanno tutte le carte per offrire prestazioni spaventosamente alte, infatti in termini pratici parliamo di schede progettate per far girare videogiochi con Ray Tracing attivo a risoluzione 4K e dettaglio massimo a 60Fps stabili, un obbiettivo attualmente impossibile per le schede di questa generazione.