Internet via satelliteSiamo portati a pensare che l’accesso al mondo Internet dipenda strettamente dalla presenza delle linee di tipo WiFi e 4G. Stiamo commettendo un evidente errore di valutazione in quanto è sempre presenta una valida alternativa ai sopracitati sistemi di connettività alla rete.

Molti non ci avevano mai pensato eppure la connessione Internet via Satellite si può configurare come chance alternativa per accedere al mondo dei servizi online. La maggior parte di noi non ne avrà bisogno in quanto già soddisfatta dalle attuali piattaforma in uso con TIM, WindTre, Vodafone, Iliad e gli altri gestori reali e virtuali di rete. Eppure esistono casi in cui risulta particolarmente utile. Scopriamone caratteristiche e prezzi dopo la nuova indagine.

 

Internet passa per il satellite: dove WiFi e 4G non arrivano c’è il nuovo segnale veloce

Con una velocità ridotta rispetto alle tradizionali linee Home & Mobile che tutti conosciamo i satelliti garantiscono un flusso di dati up/down per la rete. Ad oltre 36.000 Km dalla superficie della Terra una serie di “aggeggi” fluttuano palesando stazioni di tipo NOC (acronimo di Network Operations Center) in grado di inviare impulsi al ricevitore. Il segnale viene ricevuto dai router di casa con una latenza maggiore dovuta alla distanza ed alla presenza di ostacoli. Non sarà di certo la prima scelta rispetto ad Ethernet/WiFi e rete mobile 4G/5G. Però torna utile.

L’utilità di internet satellitare è presto confermata dall’inaccessibilità ai servizi nelle aree del digital divide. Proprio come uno smartphone che chiama via satellite anche la rete Internet beneficia di un segnale onnipresente su cui stanno puntando tutto alcune società come Facebook, Google e Samsung.

Al costo di 35 euro al mese chi vuole navigare ed usare app anche da zone sperdute può farlo con la garanzia di una banda minima di 15/30 Mbps senza chiamate incluse (eventualmente tariffate a parte). Al mondo le due maggiori protagoniste del settore sono Konnect ed Open Sky che pacchettizzano offerte con piani da 10 Giga al mese ed Internet Illimitato nelle ore notturne.

Ulteriori limiti di tali sistemi sono quelli del blocco dei servizi P2P che risultano del tutto inaccessibili per la condivisione dei dati e l’uso degli applicativi con tecnologia di tunnelling.