smartphoneTanti vecchi modelli di smartphone o di cellulari possono valere quanto l’oro, gli utenti non sanno che in cantina o tra le proprie mani potrebbero effettivamente avere un terminale che, se venduto al giusto collezionista, farebbe guadagnare tantissimo denaro.

Prima di proseguire ed iniziare a parlare di guadagni, è bene comunque ricordare che ogni prezzo che andremo ad indicare è da considerarsi attivo per un prodotto in condizioni perfette, con scatola annessa ed ovviamente funzionante al 100%. L’obiettivo successivo sarà ovviamente quello di trovare il giusto compratore, ma questo rappresenta sicuramente un problema secondario.

 

Smartphone che valgono oro: tutti i modelli richiesti dai collezionisti

modelli più costosi in assoluto sono l’accoppiata Motorola DynaTac 8000X Mobira Senator, due terminali che al giorno d’oggi i collezionisti potrebbero pagare anche più di 1000 euro, data l’estrema rarità nel mondo (sono stati commercializzati nel 1980 in sole 300’000 unità).

Quasi sulla stessa fascia di prezzo, ma per motivi differenti, troviamo l’Apple iPhone 2G, il primo smartphone come lo conosciamo oggi, con tanto di applicazioni e di display completamente touchscreen, nonché sistema operativo iOS. Il suo prezzo di vendita varia in relazione alle condizioni, ma ad ogni parliamo di almeno 300 euro.

Sul gradino più basso sono stati posizionati i vari Nokia 3310 Ericsson T28, due vere e icone del settore della telefonia mobile, ma non al livello dei precedenti data l’estrema diffusione sul territorio ancora oggi. Se li rivendete potreste guadagnarci circa 100 euro, sempre se comunque conservati nelle perfette condizioni, con scatola e senza nemmeno un graffio.