coronavirus

Il Wall Street Journal rivela che i due colossi dell’aerospazio, Boeing e Airbus stanno lavorando duramente con esperti medici e ingegneri per introdurre delle nuove misure di sicurezza per prevenire la trasmissione del Coronavirus a bordo degli aerei. Da quando i governi hanno chiuso i confini e ordinato i lockdown il traffico aereo globale è crollato nettamente, ma le compagnie aeree cercano di rassicurare i loro passeggeri garantendo anche l’uso delle mascherine, i distanziamenti e il filtraggio dell’aria durante il volo.

Coronavirus in aereo: Boeing e Airbus a lavoro per limitare la diffusione

“Stiamo prendendo provvedimenti per comprendere meglio eventuali rischi” ha dichiarato un portavoce di Boeing e, inoltre, la società sta lavorando a delle nuove tecnologie per migliorare la sicurezza. Gli ingegneri di Airbus, invece, stanno sviluppando dei nuovi metodi per limitare la diffusione del virus studiando materiali autopulenti, un disinfettante che può durare fino a cinque giorni e dispositivi touchless nei servizi igienici.

La Federal Aviation Administration (Faa) è continuamente in contatto con Boeing, Airbus e tutti gli esperti dei centri per il controllo e la prevenzione delle malattie per studiare i rischi del coronavirus a bordo e limitarli al massimo. I ricercatori, in particolare, stanno studiando come si comporta il Covid-19 nei vari contesti perché al momento ci sono ancora molti dubbi. 

Il problema diventa mano a mano più urgente perché le compagnie aeree hanno dichiarato che le prenotazioni stanno iniziando ad aumentare dopo dure settimane. Eliminare la diffusione del virus in aereo è molto più difficile perché i distanziamenti a bordo rappresentano per le compagnie aeree un forte disincentivo economico. Anche Qingyan Chen, professore di Ingegneria della Purdue University, ha recentemente dichiarato “La distanza sociale è impossibile in aereo” perché gli studi dell’epidemie precedenti come la Sars o l’influenza aviaria confermano che il rischio è molto alto per coloro che si siedono vicino persone infette.

Comunque, gli esperti, hanno affermato che l’utilizzo della mascherina dovrebbe ridurre il rischio della diffusione e, infatti, sono numerose le compagnie aeree che hanno iniziato a richiedere ai passeggeri l’utilizzo di protezioni per il viso non solo durante il volo, ma anche durante il check-in. Linsey Marr, professore di ingegneria alla Virginia Tech, dichiara “Se tutti indossano una mascherina, allora c’è davvero poco rischio di contagio”.